Morte sorelle Agrati, nuovi sopralluoghi nella casa delle vittime

Continua l'indagine della Procura generale di Milano che ha riaperto il caso sull'incendio del 2015 costato la vita alle due donne. Ulteriori accertamenti in corso da pare di periti, vigili del fuoco e carabinieri

Morte sorelle Agrati, nuovi sopralluoghi nella casa delle vittime
Cronaca Legnano e Altomilanese, 03 Maggio 2019 ore 11:11

Morte sorelle Agrati: nuovi sopralluoghi di periti e vigili del fuoco nell'abitazione di via Roma a Cerro Maggiore in cui nel 2015 morirono le due donne; indagato per omicidio volontario e incendio il fratello Giuseppe, unico sopravvissuto.

Morte sorelle Agrati, l'indagine continua

Nuovi sopralluoghi nella casa delle sorelle Carla e Maria Agrati, le due donne morte nell'incendio del 13 aprile 2015 che aveva interessato la loro abitazione di via Roma, in pieno centro cittadino. Unico sopravvissuto il fratello Giuseppe che ora è indagato con l'accusa di omicidio volontario aggravato e incendio (sul fatto si era espresso anche l'avvocato difensore dell'uomo).
Questa mattina, venerdì 3 maggio 2019, nell'abitazione delle vittime, sono tornati periti, vigili del fuoco e carabinieri.

LE FOTO DEGLI ULTIMI SOPRALLUOGHI:

4 foto Sfoglia la gallery

Questo perchè l'indagine è di fatto ripartita da zero: sul caso, a metà del 2018, era stata fatta richiesta di archiviazione da parte del pm del Tribunale di Busto Arsizio ma nei mesi scorsi è stato avocato a sè da parte della Procura generale di Milano che ha disposto nuove indagini, indagato il sopravvissuto coi nuovi capi d'accusa, e di fatto riaperto il caso. Come emerso dagli accertamenti, l'incendio avrebbe natura dolosa (qui la posizione dell'avvocato di Giuseppe Agrati).

Già a marzo la Procura di Milano aveva disposto nuovi accertamenti nei locali dove è avvenuta la tragedia.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA MORTE DELLE SORELLE AGRATI