Mirko, un bravo ragazzo che sognava di fare l’animatore

L'amico: "Martedì aveva solo mal di gola"

Cronaca 29 Settembre 2017 ore 11:36

Mirko Piraino è stato ucciso da una meningite fulminante a 13 anni.  La sua famiglia si chiude nel dolore per una perdita prematura.

Mirko voleva diventare animatore

Voleva fare il corso per diventare animatore Mirko, una bravo ragazzo che frequentava l’oratorio di Casterno. Lo racconta un ex compagno delle medie. Lo studente, 13 anni, frequentava da poche settimane l’Itis di Abbiategrasso. Prima era iscritto alle medie di Robecco e, prima ancora, alla primaria della frazione.

Quel mal di gola sospetto

“L’ho incontrato proprio martedì – racconta l’amico, sotto shock -. Stava bene, aveva solo un po’ di mal di gola. Non avrei mai pensato che potesse morire”. E invece, poco ore dopo, i sintomi violenti della sepsi, la corsa in ospedale a Magenta, quindi il trasferimento al San Gerardo di Monza, dove è rimasto per quasi due giorni. Nella serata di giovedì 28 l’annuncio del decesso.

La scuola invita a non fare allarmismi

Lezioni regolari all’Itis Alessandrini, dove è stata disposta la profilassi per compagni e docenti che son stati a stretto contatto con Mirko. Dall’Ats l’invito a mantenere la calma e ad evitare il panico: non ci sono rischi concreti di contagio.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità