Cronaca
La grande paura

Medico sparò cinque colpi di pistola: indagato anche per un fucile non denunciato

Per quasi otto ore, Matteo Banderali, rimase barricato in casa domenica 27 febbraio 2022.

Medico sparò cinque colpi di pistola: indagato anche per un fucile non denunciato
Cronaca Rhodense, 01 Marzo 2022 ore 10:20

E' stato denunciato per reati contravvenzionali per l'esplosione di 5 colpi di pistola e il possesso di un fucile non denunciato, Matteo Banderali, il medico 42enne che domenica 27 febbraio 2022 ha tenuto in ansia Mazzo di Rho.

Indagato il medico

È stato denunciato, e di conseguenza è indagato, per reati "contravvenzionali", che riguardano l'esplosione di 5 colpi colpi di pistola in casa e il non aver denunciato un'altra arma, un fucile, che è stata trovata nell'abitazione, Matteo Banderali, il medico di 42 anni che domenica da mezzogiorno e per otto ore si è barricato nell'appartamento a Mazzo di Rho, ed è uscito, senza opporre resistenza, solo dopo lunghe trattative che hanno visto impegnati anche i carabinieri del Gruppo intervento speciale.

Le contestazioni del Pm

I reati "contravvenzionali", contestati dal Pm di turno di Milano Milda Milli, prevedono il pagamento di sanzioni pecuniarie e non comportano arresti o eventuali misure cautelari. Dopo che l'uomo, otorinolaringoiatra e chirurgo estetico, è uscito dall'abitazione, convinto dal padre ma anche da una amica alla quale aveva telefonato, è stato portato in ospedale per degli accertamenti in quanto si trovava in stato confusionale dopo l'assunzione di psicofarmaci. Allo stato, a quanto risulta alla Procura, è ancora ricoverato nella struttura sanitaria.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter