Lasciato in ospedale, proiettile nella gamba: era stato rapinato

Abbandonato ieri sera al pronto soccorso di Legnano, ha raccontato di essere stato aggredito tra Rescaldina e Castellanza

Lasciato in ospedale, proiettile nella gamba: era stato rapinato
Legnano e Altomilanese, 03 Settembre 2018 ore 16:10

Legnano, abbandonato al pronto soccorso con proiettile nella gamba.

Proiettile nella gamba, lo sparo dopo la rapina

Ieri sera era stato abbandonato al pronto soccorso di Legnano con un proiettile nella gamba, a portarlo un uomo in auto che è poi fuggito. Sul caso sta indagando la Polizia di Stato di Legnano. E ci sono sviluppi: la vittima, un cittadino marocchino di 28 anni, irregolare, con precedenti di polizia, pare sia stata portata al pronto soccorso da un cittadino che l’aveva trovato per strada barcollante e sanguinante. Era ferito alla gamba sinistra con un colpo d’arma da fuoco.
Il 28enne ha riferito ai poliziotti di essere stato vittima di una rapina in un’area isolata tra Rescaldina e Castellanza, il colpo gli sarebbe arrivato da dietro da un individuo non meglio identificato. Quest’ultimo, verosimilmente italiano, gli avrebbe preso cellulare e portafogli con 120 euro in contanti. Il marocchino si sarebbe così incamminato lungo la pubblica via per chiedere aiuto ai passanti. Il commissariato prosegue nelle indagini per accertare la dinamica dei fatti senza scartare nessuna ipotesi investigativa. E’ stata informata l’autorità giudiziaria.

L’operazione alla gamba

Il 28enne è stato sottoposto a intervento chirurgico all’ospedale di Legnano, operazione per ripristinare la funzionalità dell’arto e rimuovere frammenti di ogiva. Non è in pericolo di vita ed è ricoverato. La prognosi è di 60 giorni, il colpo d’arma da fuoco gli ha provocato lo scoppio del femore sinistro.

Torna all‘home page di Settegiorni per le altre notizie

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia