Lotta al Covid

Il primo vaccinato è di Corbetta: “Niente paura, è sicuro”

L'esponente di Croce Rossa già pronto per la secona dose.

Il primo vaccinato è di Corbetta: “Niente paura, è sicuro”
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 09 Gennaio 2021 ore 08:15

Il primo vaccinato è di Corbetta: «Niente paura, è sicuro». L’appello, convinto, arriva da Emilio Ghiringhelli, presidente del Comitato area nord milanese di Croce Rossa, una delle prime 60 persone vaccinate contro il Covid 19 nel Vaccine day del 27 dicembre all’ospedale di Niguarda.

LA CAMPAGNA VACCINALE A MAGENTA E LEGNANO-VIDEO

Il primo vaccinato è di Corbetta: «Niente paura, è sicuro»

Corbettese, è in assoluto il primo della zona impegnato in quella che definisce «una battaglia storica, che ora abbiamo concretamente la chance di vincere».
Una giornata emozionante quella del V-day: «Ho partecipato con entusiasmo e ringrazio Croce Rossa che mi ha scelto, premiando anche l’impegno nel servizio con tantissime ore spese in ambulanza – racconta – Sono stati indubbiamente mesi difficili, non solo per la paura del contagio, nonostante le protezioni e gli accorgimenti, ma anche dal punto di vista emotivo. Come soccorritori siamo stati testimoni di tanti addii, di sofferenze, di emozioni fortissime, spesso non piacevoli. Persone salite in ambulanza e mai più tornate a casa. Ma questo non ha fermato l’impegno, la voglia di mettersi al servizio. E’ stato un grande lavoro di squadra, che oggi ci permette di vivere questa seconda ondata con più consapevolezza, nonostante i malati siano tanti. Sono migliorate le cure, e, ora, la grande speranza del vaccino».

La testimonianza

Nei mesi più duri, il soccorritore non si è ammalato, ma in famiglia il Covid si è presentato, non senza difficoltà e sofferenze.
Anche per questo Emilio si è avvicinato alla siringa col sorriso e tanta calma e positività: «Ero e sono orgoglioso di essermi vaccinato, convinto, determinato. Non ho avuto paura e nessuno deve averne. Non ho avuto alcuna conseguenza e il 18 mi sottoporrò con lo stesso spirito alla seconda dose. Per me è il vaccino è stata una scelta convinta, va fatto come gesto di civiltà e di amore verso l’altro. Non si creda a quattro teorie bislacche. Tutti i medicinali, aspirina compresa, possono avere effetti collaterali. Sì, sono un testimonial grato e felice».
Ghiringhelli si sente protagonista di un momento storico, «un inizio e una rinascita, per chiudere la partita, definitivamente, con la bestiaccia», dice riferendosi al Coronavirus.
Serenità, la sua parola d’ordine nell’approccio al vaccino. Lusingato per l’encomio pubblico del sindaco Marco Ballarini, dice: «Corbetta, vaccinati, vaccinatevi tutti».

 TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità