Il ponte di Cairate è sicuro?

Il vicesindaco di Cairate rassicura cittadini e automobilisti preoccupati per la tenuta del ponte: "Situazione monitorata e manutenzione effettuata recentemente".

Il ponte di Cairate è sicuro?
Saronno, 25 Agosto 2018 ore 18:35

Dopo il crollo del ponte Morandi a Genova c'è timore riguardo lo stato di solidità dei viadotti italiani. Tra questi, anche il ponte di Cairate.

Ponte di Cairate: regge?

Con ancora in mente le tremende immagini del ponte Morandi crollato, e della sua tragedia, sono in tanti che volgendo lo sguardo al ponte di Cairate si sono chiesti: "E questo? Reggerà o rischia di crollare?". Il ponte che unisce i due versanti della Valle Olona ha alcuni in punti in comune col viadotto genovese. Su tutti, la stessa altezza (45 metri) e stessa età (la costruzione risale agli anni '60). A cambiare, ed è un dettaglio fondamentale, è però la sua struttura: si tratta di un ponte ad arco lungo complessivamente 450 metri, con 7 campate di 54 metri più 2 minori di accesso, ed è stato realizzato con lo schema statico di arco parabolico a via superiore.

"Situazione monitorata"

 

Che rischi ci sono? "Ora c'è un po' di fobia - risponde il vicesindaco di Cairate Luigi Innocenti - Prima non facevamo neppure caso a passare su viadotti e ponti, ora ci facciamo giustamente domande sulla loro sicurezza. In questi giorni ho interpellato il consigliere provinciale Davide Tamborini che ha dato rassicurazioni. La Provincia, proprietaria del ponte di Cairate, è attenta". Le manutenzioni negli anni non sono state trascurate. Le ultime nel 2002 e nel 2011. Nel primo caso, il ponte di Cairate venne chiuso per alcuni mesi per un importante intervento di consolidamento e ristrutturazione. Nel secondo è stata eseguita una manutenzione straordinaria per la sistemazione delle griglie, a impedire l'accumularsi di acqua piovana e quindi carichi e usura eccessivi. "Il fatto che in qualche punto si veda l'intonaco distaccato non significa che la struttura non sia intatta e solida".

I fondi regionali

Recenti interventi e  monitoraggio costante però non significa che non si interverrà. "Recentemente la Regione ha stanziato risorse importanti per la staticità dei ponti - conclude Tamborini - Risorse che saranno destinate a piccoli e grandi interventi su vari viadotti lombardi, tra cui il ponte di Cairate".

Il servizio completo su La Settimana di Saronno del 24 agosto

Qui tutti gli articoli sul crollo del ponte Morandi a Genova

La mappa dei ponti che fanno tremare in Lombardia

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE