Menu
Cerca
solidarietà

Covid-19, da Eurospin e Iper donazioni alla comunità aresina

Daranno pasta, riso, farina, latte, tonno e altri generi alimentari e non, che saranno consegnati dai volontari.

Covid-19, da Eurospin e Iper donazioni alla comunità aresina
Cronaca Rhodense, 17 Marzo 2020 ore 17:10

Covid-19, da Eurospin e Iper arrivano donazioni alla comunità aresina.

Covid-19, Eurospin e Iper donano alla comunità

Gli appelli dell'Amministrazione a mettersi a disposizione di chi ha bisogno hanno trovato una risposta eccezionale, non solo da parte di tanti cittadini che si sono resi disponibili a portare la spesa al domicilio delle persone in difficoltà, ma anche da parte di alcune grandi società che operano sul nostro territorio. Eurospin e Iper hanno donato e doneranno pasta, riso, farina, latte, tonno e altri generi alimentari e non, che saranno consegnati dai volontari agli ultra 65enni, persone sole, senza rete di parenti, con patologie, in quarantena o in isolamento e in grave difficoltà per provvedere alle proprie necessità primarie.

Le parole del sindaco

"Ringrazio infinitamente Eurospin e Iper per questo grande gesto di generosità che darà sollievo alle tante persone che si trovano in una situazione critica - ha dichiarato la prima cittadina Michela Palestra - La nostra gratitudine anche ai numerosi volontari che in queste ore si stanno dando da fare, ai commercianti che si sono resi disponibili a consegnare la spesa al domicilio, a tutti gli operatori sanitari, alle forze dell'ordine, ai dipendenti comunali che permettono di non interrompere le attività, alla Giunta e al Consiglio comunale, a tutti i bambini che hanno inviato il loro “arcobaleno della speranza”... la lista potrebbe continuare, perché sono tante le azioni utili e importanti che si stanno realizzando.

Questa “catena di solidarietà” ci sta permettendo di affrontare l'emergenza con determinazione e chiedo ai cittadini di continuare a fare la loro parte: rispettare le regole, non uscire se non per estrema necessità, mantenere sempre almeno un metro di distanza, non toccarsi naso – bocca – occhi. Lo ripetiamo da settimane e continueremo a farlo. Oggi solo la prevenzione e l'adozione di comportamenti responsabili ci sono d'aiuto".

Torna alla home