Menu
Cerca
Cerro Maggiore

Coronavirus, il sindaco: “Siamo ottimisti ma si rispettino sempre le regole”

La situazione in paese nelle parole del primo cittadino Nuccia Berra che ricorda l'importanza delle procedure anti-contagio

Coronavirus, il sindaco: “Siamo ottimisti ma si rispettino sempre le regole”
Cronaca Legnano e Altomilanese, 22 Marzo 2021 ore 14:19

Coronavirus, migliora la situazione contagi a Cerro Maggiore. L’appello del sindaco.

Coronavirus, casi in discesa

Migliora la situazione di contagi Covid a Cerro Maggiore. “I risultati statistici dell’andamento del Covid di questa settimana fanno ben sperare – afferma il sindaco Nuccia Berra – Infatti negli ultimi 7 giorni si è fermata la risalita, anzi abbiamo avuto una decina di casi in meno da una settimana all’altra. Dopo il picco di 15 giorni fa, dove si toccarono gli 85 positivi, oggi tra Cerro e Cantalupo contiamo una sessantina di casi, con quattro persone ricoverate in ospedale”.

“Ottimismo, ma non abbassiamo la guardia”

“Questo risultato, in aggiunta alla stabilizzazione giornaliera dei nuovi casi, ci fa essere ottimisti e pensiamo che la strategia attuata sino ad ora stia dando buoni risultati – prosegue il primo cittadino – In queste settimane continuano i controlli della Polizia Locale lungo le vie di accesso e agli esercizi commerciali. Inoltre i nostri agenti stanno controllando i positivi, come sempre avvenuto in questo anno passato. Si è notevolmente abbassata l’età dei contagiati. Oggi solo il 10% dei malati ha più di 70 anni. A questo si aggiunge l’importante risultato della creazione del nuovo Hub vaccinale al Centro Commerciale Move In, ottenuto grazie all’impegno comune dei sindaci dell’Altomilanese che hanno saputo fare squadra supportando la proposta avanzata dal Comune di Cerro Maggiore direttamente ad Asst Milano-Ovest e ad Ats Città Metropolitana di Milano. Dobbiamo continuare a rispettare le regole. Uscire quando necessario, igienizzarsi frequentemente e soprattutto usare sempre la mascherina. Abbiamo l’obbligo morale di essere osservanti, perchè in questi mesi molte persone ci hanno lasciato e moltissimi esercizi commerciali stanno soffrendo le limitazioni di questa pandemia”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli