Coronavirus: Gallera: “Da lunedì ci aspettiamo una riduzione del contagio” VIDEO

Lo ha auspicato oggi, sabato 21 marzo 2020, l'assessore al Welfare Giulio Gallera in conferenza stampa insieme al collega all'Ambiente Raffaele Cattaneo, oltre alla consueta comunicazione dei dati odierni legati ai contagiati e ai decessi.

Coronavirus: Gallera: “Da lunedì ci aspettiamo una riduzione del contagio” VIDEO
Cronaca 21 Marzo 2020 ore 19:03

Coronavirus. L’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera auspica che il picco dei contagi in Lombardia scenda da lunedì 23 marzo 2020.

Coronavirus. Gallera: “Aspettiamo una riduzione del contagio da lunedì”

Oggi, sabato 21 marzo 2020, in occasione della consueta conferenza stampa di Giulio Gallera a Palazzo Regione, l’assessore al Welfare, si è auspicato una diminuzione dei contagi a partire da lunedì 23 marzo 2020.  Esaminando la situazione attuale in Lombardia che, purtroppo, fa registrare ancora una crescita dei contagi e dei decessi, Gallera ha ricordato che “tutti gli esperti ci avevano detto che i giorni più duri sarebbero stati sabato e domenica, vale a dire il 13°  e il 14° giorno dall’introduzione dell’effettiva misura di contenimento. Da lunedi, quindi, auspichiamo di avere una riduzione del contagio”.

L’invito: “State a casa”

L’invito, ancora una volta, e’ quello di essere “diligenti e rigorosi” nel rispettare le misure che sono state decise dal  Governo. “Quello che puo’ fare ogni cittadino – ha sottolineato – E’ più  importante di qualsiasi ordinanza. Ognuno deve vincere la sfida di non contagiare e di contagiarsi. Serve grande  determinazione, rimaniamo a casa e dimostriamo che siamo più forti del virus. Non possiamo accettare che il Coronavirus pieghi ulteriormente nostra economia e il Paese”.

Il paziente 1 sarà dimesso

“Mattia, il paziente 1, al più tardi lunedi’ sara’ dimesso”. Lo ha annunciato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, durante la quotidiana diretta su Facebook per fare l’aggiornamento sulla situazione del Coronavirus in Lombardia spiegando che “sta molto meglio”.

Il dono di Huawei e Fastweb

“Grazie a Huawei e Fastweb che hanno donato agli ospedali 250 smartphone e tablet con schede Sim – ha ripreso Gallera che  ha quindi ricordato come, ogni giorno, il “mondo produttivo si stia stringendo intorno alla Regione. C’e’ chi puo’ donare solo pochi euro e lo
fa, chi offre cifre piu’ consistenti, chi mette a disposizione la propria professionalità e chi fa gesti ancora più significativi. I nuovi apparecchi di comunicazione saranno a disposizione dei malati che, in questo modo, potranno supplire, seppur virtualmente, alla mancanza dei propri cari. Uno degli aspetti più tristi di questa malattia e’ proprio la solitudine: i pazienti vengono isolati perche’ sono infettivi, non hanno il
conforto dei parenti e quando muoiono, sono da soli”.

I dati dei contagi odierni

Ecco i dati dei contagi odierni e quelli dei giorni

precedenti

– i casi positivi sono: 25.515 (+3.251)

22.264(+2.380)/19.884/17.713/16.220/14.649/13.2729/11.685/9.820/8.725/7.280/5.791/5.469/4.189/3.420/2.612

– i deceduti: 3.095 (+546)

2.549 (+381) 2.168/1.959/1.640/1.420/1.218//966/
890/744/617/468/333/267/154

– i dimessi e in isolamento domiciliare: 13.069 di cui 5.050 con
almeno un passaggio in ospedale (anche solo pronto soccorso) e
8.019 persone per le quali non si rileva nessun passaggio in
ospedale
4.057/4.265/3.867/3.427/2.650/2.044/1.351/1.248/756/722

– in terapia intensiva 1.093 (+43)

1.050(+44)/1.006/924/879/823/767/732/650/605/560/466/440/399/359

– i ricoverati non in terapia intensiva: 8.258 (+523)
7.735(+348)/7.387/7.285/6.953/6.171/5.550/4.898/4.435/4.247/3.852/3319/2.802/2.217/1.661

– i tamponi effettuati: 66.730
57.174/52.244/48.983/46.449/43.565/40.369/37.138/32.700/29.534/25.629/21.479/20.135/18.534/15.778

I casi per provincia con l’aggiornamento rispetto agli ultimi
giorni

BG: 5.869 (+715)
5.154(+509)/4.645(+340)/4.305/3.993/3.760/3.416/2.864/2.368/2.136/1.815/1.472/1.245/997/761/623/537

BS: 5.028 (+380)

4.648(+401)/4.247(+463)/3.784/3.300/2.918/2.473/2.122/1.784/1.598/1.351/790/739/501/413/182/155

CO: 452 (+72)
380(+42/338(+52)286/256/220/184/154/118/98/77/46/40/27/23/11/11

CR: 2.733 (+341)

2.392(+106/2.286(+119)/2.167/2.073/1.881/1.792/1.565/1.344/1.302/1.061/957/916/665/562/452/406

LC: 818 (+142)
676(+146)/530(+64)/466/440386/344/287/237/199/113/89/66/53/35/11/8

LO: 1.693 (+96)
1.597(+69/1.528(+83)/1.445/1.418/1.362/1320/1.276/1.133/1.123/1.035/963/928/853/811/739/658

MB: 1.084 (+268)

816(+321)/495(+94)/401/376/346/339/224/143/130/85/65/64/59/61/20/19

MI: 4.672 (+868) di cui 1.829 a Milano citta’ (+279)

3.804 (+526) di cui 1.550 a Milano citta’ (+172)

3.278 (+634) di cui 1378 a Milano citta’ (+287)

2.644/2.326/1.983/1.750/1.551/1.307/1.146/925/592/506/406/361

MN: 842 (+119)

723
(+87)/636(+122)/514/465/382/327/261/187/169/137/119/102/56/46/32/26

PV: 1.194 (+89)

1.105(+94)/1.011(+33)/978/884/801/722/622/482/468/403/324/296/243/221/180/151

SO: 179 (+16)
163 (+8)/155(+80)/75/74/46/45/45/23/23/13/7/7/6/6/4/4

VA: 359 (+21)

338/(+28)/310/+45)/265/232/202/184/158/125/98/75/50/44/32/27/23/17

e 592 in corso di verifica. (Fonte LNews)

Guarda il video live

L'appello della Lega:

"Tutti i deputati e senatori della Lega eletti in Lombardia, tutti i consiglieri regionali lombardi della Lega e tutti i sindaci della Lega in Lombardia chiedono, condividendo posizioni analoghe espresse sia da parlamentari e amministratori delle altre forze del centrodestra sia dagli amministratori locali del centrosinistra- a cominciare dal sindaco di Bergamo, Giorgio Gori - che il Governo intervenga immediatamente con un’ordinanza per fermare tutto in Lombardia, fermare tutto lo ripetiamo, per arginare il contagio del Covid 19 sempre più crescente nei nostri territori- dichiara l'on.Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda Salvini Premier - Chiediamo al Governo di intervenire subito, e con chiarezza, o in alternativa di demandare alla Regione Lombardia il potere di assumere tali improcrastinabili decisioni, per il bene e la salute di tutti i cittadini lombardi. Per questo chiediamo di fermare subito tutte le attività non strategiche comunque denominate (economiche, non economiche, pubbliche o private) e la limitazione di tutte le attività umane non strettamente necessarie. Fermiamoci davvero, fermiamoci subito".

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ZONA

TORNA ALL'HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE