Controllo della pandemia

Coronavirus: dopo Malpensa al via i tamponi a Linate

Si punta a fare tra i 400 e gli 800 tamponi al giorno

Coronavirus: dopo Malpensa al via i tamponi a Linate
Magenta e Abbiategrasso, 21 Agosto 2020 ore 16:46

Dopo un lungo tira e molla è arrivato il giorno dei tamponianche per l’aeroporto di Linate. Da oggi, venerdì 21 agosto 2020, anche nello scalo storico milanese via ai controlli per chi rientra da Spagna, Malta, Grecia e Croazia.

Coronavirus, via ai tamponi a Linate

Ieri, giovedì, l’avvio dei tamponi a Malpensa, da stamattina si è adeguato anche il city airport, dove sono stati posizionati dei box per i controlli sanitari, che saranno gestiti da Ats Milano. Visto il numero ridotto di voli in arrivo dai Paesi a rischio (un paio al giorno da lunedì a giovedì, 3-4 dal venerdì alla domenica), le operazioni dovrebbero essere più semplici rispetto allo scalo varesino e si punta a 700 controlli giornalieri. A differenza di Malpensa, a Linate non sarà necessaria la prenotazione.

Da sabato 22 agosto, verranno fatti i tamponi anche a chi arriva a Orio al Serio con la formula del “drive through” in uno spazio accanto alla fiera di Bergamo.

“Il sistema di controllo e di screening che abbiamo messo a punto per i cittadini in arrivo o che rientrano da Spagna, Grecia, Croazia e Malta – ha spiegato l’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera  – permette di raggiungere la totalità dei viaggiatori, la maggior parte dei quali attraverso le segnalazioni alla rete territoriale delle ATS. Segnalazioni che vengono tempestivamente processate in gran parte della Regione. Anche nell’area di riferimento delle ATS Città Metropolitana di Milano, sottoposta ad una forte pressione con migliaia di richieste di prenotazione in pochi giorni, la situazione sta gradualmente migliorando e si stanno riducendo sensibilmente le attese. Un valido supporto in questa direzione arriva dai punti prelievi allestiti a Malpensa, da oggi a Linate e, da domani, alla Fiera di Bergamo per i passeggeri in arrivo a Orio al Serio”.

Il servizio, approntato in prossimità del ritiro bagagli, è stato presentato dal direttore generale dell’Ats della Città metropolitana di Milano Walter Bergamaschi, affiancato dall’amministratore delegato del gruppo San Donato responsabile del servizio di tracciamento, Francesco Grilli, dal vicedirettore sanitario Aurelia D’Acquisto, e da Barbara Bucci dell’Usmaf (Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera).

“Puntiamo a eseguire dai 400 agli 800 tamponi giornalieri – ha spiegato Bergamaschi – in rapporto alle persone presenti sui voli in arrivo. Nonostante la carenza di spazi in aeroporto, abbiamo allestito una stazione di prelievo che consentirà ai passeggeri di sottoporsi al test senza prenotazione. In una settimana sono state ben 20.000 le persone residenti nel nostro territorio (1/3 della Lombardia come numero di abitanti) che si sono registrate sul sito dell’ATS di Milano, per cui è stato necessario implementare le postazioni già attive. In circa 24 ore siamo riusciti a mettere in piedi questo servizio fondamentale – anche grazie al personale del gruppo San Donato, che ha triplicato gli slot disponibili all’interno di ospedali e ambulatori”.

“Ci siamo impegnati per creare le migliori condizioni possibili – ha aggiunto Galli – in favore di chi intende sottoporsi ai test. È attivo anche il numero di telefono 02.87370510 per prenotare il tampone presso il Policlinico San Donato, attraverso un passaggio in automobile in modalità ‘drive-through’. Siamo molto soddisfatti perché organizzare tutto in 3 giorni non è stato semplice”.

Le modalità

All’arrivo i passeggeri potranno recarsi direttamente presso la stazione prelievi. L’esito del test sarà trasmesso alle Ats e agli Uffici di prevenzione delle malattie infettive. I referti saranno inseriti all’interno del fascicolo sanitario elettronico consultabile anche dal medico di medicina generale. Le strutture sanitaria poi possono scegliere anche di comunicare direttamente l’esito del test.
Resta inoltre obbligatorio, per cittadini italiani, segnalare il proprio arrivo in Italia all’ATS di appartenenza.

4 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME PAGE 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia