Menu
Cerca
rho

Bestemmia in Aula, il presidente del Consiglio comunale: “Inqualificabile quanto accaduto”

A microfoni aperti, durante la seduta di Consiglio, il capogruppo del Pd a Rho ha bestemmiato.

Bestemmia in Aula, il presidente del Consiglio comunale: “Inqualificabile quanto accaduto”
Cronaca Rhodense, 02 Aprile 2021 ore 11:21

Il presidente del Consiglio, Marisa Sinigaglia, aveva dato la parola a un suo collega di partita e non si è accorto che il suo microfono era acceso. Tanto che il capogruppo del Pd a Rho Giuseppe Forloni ha pronunciato prima una parolaccia seguita da una bestemmia in diretta a microfoni aperti durante la seduta di Consiglio comunale.

Bestemmia in Aula, il presidente del Consiglio: “Inqualificabile quanto accaduto”

Durante le sedute del Consiglio comunale, soprattutto in quelle dove il confronto è più acceso, si registra spesso  un linguaggio non idoneo costituito da parolacce ed insulti.

L’ultimo caso risale alla seduta del Consiglio Comunale dell’ 1 aprile con ordine del giorno l’approvazione del PGT – Piano Governo del Territorio in videoconferenza e trasmessa sul canale Youtube del Comune, quando  è stata registrata un’imprecazione da parte del capogruppo PD Giuseppe Forloni.

“Ritengo inqualificabile quanto accaduto durante la seduta del Consiglio comunale dell’ 1 aprile – commenta la Presidente Marisa Sinigaglia -. La sede istituzionale del Consiglio rappresenta tutta la comunità ed è un luogo di dibattito, di confronto politico, in cui il linguaggio deve essere sempre rispettoso e civile. Il consigliere Giuseppe Forloni si è subito scusato e ha assicurato che la bestemmia non erano rivolta a nessun membro del consiglio, e che pensava di avere il microfono spento. Rimane comunque un atto grave anche alla luce del Manifesto della comunicazione non ostile che è stato approvato da questo stesso Consiglio. Nonostante l’impegno condiviso da tutti i consiglieri, che hanno sottoscritto il Manifesto, troppo spesso assistiamo a litigi, insulti, grida, parolacce tra i vari gruppi politici, atteggiamenti che avviliscono il consiglio. L’invito per tutti i consiglieri, come più volte da me ribadito durante le sedute, è di mantenere un comportamento decoroso, seguendo e rispettando il regolamento e moderando il linguaggio per rispetto a tutti i cittadini.”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli