rho

Allarme Coronavirus in due classi dell’asilo Pascoli di Rho

Il sindaco Romano: "In questa situazione è importante continuare a rispettare le regole di base".

Allarme Coronavirus in due classi dell’asilo Pascoli di Rho
Rhodense, 01 Ottobre 2020 ore 14:17

Allarme Coronavirus in due classi dell’asilo Pascoli dopo che un bambino con febbre alta è risultato positivo.

Allarme Coronavirus in due classi dell’asilo Pascoli

Sono state messe in quarantena due classi e le loro educatrici della scuola dell’infanzia Pascoli a Rho, dopo che un bimbo con febbre alta durante il weekend è risultato positivo al tampone. Grazie alla tempestiva segnalazione è scattata subito la procedura messa in atto da ATS che ha comunicato i nominativi dei soggetti obbligati alla quarantena che verranno sottoposti a tampone. Gli altri bambini e le loro educatrici potranno continuare a frequentare la scuola non avendo avuto contatti con l’alunno risultato positivo. La scuola ha comunque proceduto in via preventiva alla pulizia e alla sanificazione approfondita di tutti i locali.

Le parole del sindaco Pietro Romano

“Anche a Rho si è verificato il primo caso di positività al Covid-19 all’interno di una scuola con conseguente messa in quarantena di due classi. Purtroppo questa è una situazione con la quale dovremo convivere nei prossimi mesi considerato che il virus sta ancora circolando e che da settembre il numero dei contagi è aumentato sia pure in maniera meno consistente rispetto all’inizio della pandemia. L‘importante è riuscire ad essere tempestivi nell’individuazione dei casi positivi, isolarli e mettere in atto tutte le misure di prevenzione, come la quarantena, pur consapevoli che questo può creare disagi alle famiglie. Dall’inizio della pandemia ad oggi a Rho sono stati accertati 521 casi di soggetti positivi. Di questi 85 persone sono purtroppo decedute. Altre 555 persone sono state poste in quarantena in via preventiva in quanto “contatti stretti” di persone positive.
Attualmente sono ricoverate in ospedale 4 persone, i soggetti positivi con obbligo di quarantena al domicilio sono 44, mentre 70 circa sono i casi sospetti in attesa dell’esito del tampone. Infine 55 persone sono in quarantena fiduciaria in quanto “contatti stretti” di casi positivi. In questa situazione è importante continuare a rispettare le regole di base: distanziamento, uso della mascherina e frequente igienizzazione delle mani”.

TORNA ALLA HOME

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia