Menu
Cerca

Albairate, 22enne molestata sessualmente sul treno: “Ora vogliamo i militari”

Le reazioni della politica all'episodio avvenuto sul treno Albairate-Milano. De Corato (FdI) e Grimoldi (Lega) invocano i militari sui convogli

Albairate, 22enne molestata sessualmente sul treno: “Ora vogliamo i militari”
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 02 Novembre 2018 ore 18:38

Le reazioni della politica all'episodio avvenuto sul treno Albairate-Milano. De Corato (FdI) e Grimoldi (Lega) invocano i militari sui convogli.

Albairate, 21enne molestata sessualmente sul treno: “Ora vogliamo i militari”

Sta suscitando forti reazioni la notizia delle molestie sessuali subite da una 22enne sul treno partito da Albairate e diretto a Milano. I fatti si sono svolti nel pomeriggio di mercoledì 31 ottobre. La giovane è stata aggredita, inseguita e palpeggiata sul convoglio da un suo coetaneo di origini egiziane che è stato poi arrestato per violenza sessuale alla stazione di Trezzano dai carabinieri di Corsico.

De Corato (FdI): "Su queste linee servono i militari"

L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, chiede l'utilizzo dei militari sulle tratte a rischio in attesa dell'arrivo dei nuovi agenti annunciati dal Ministro Salvini. "Dei 69 nuovi agenti annunciati dal Ministro degli Interni, alcuni verranno destinati al controllo della rete ferroviaria - ha dichiarato l'assessore De Corato - Su queste linee andrebbero intanto utilizzati i militari per evitare che episodi del genere possano ripetersi". "Regione Lombardia ha censito l'indice di pericolosità delle linee ferroviarie lombarde – ha aggiunto l'assessore regionale - individuando le seguenti come le più pericolose: oltre la linea S9 (Saronno-Seregno-Milano-Albairate), dove è avvenuto questo episodio di violenza, la linea S8 (Milano-Carnate-Lecco) e Valtellina, la linea S7 (Lecco-Molteno-Monza-Milano), la Mortara-Milano, la Voghera-Pavia-Milano (episodi del sabato sera), la Domodossola-Arona-Milano, la Milano-Carnate-Bergamo".

Grimoldi (Lega): "Treni lombardi come il far west"

Anche Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda, invoca i militari sui treni: "L'ennesima aggressione sessuale ad una ragazza, stavolta per opera di un egiziano, su un treno lombardo, stavolta nella milanese all'altezza di Albairate, conferma come i treni delle tratte lombarde continuino ad essere un far west dove passeggeri e controllori sono in balia di immigrati stranieri, spesso clandestini che non dovrebbero trovarsi qui. La Regione Lombardia, a sue spese, sta pagando un servizio di vigilanza privata sui treni lombardi e nelle stazioni, ma è evidente che serve di più, servono i militari dell'esercito, sui vagoni e nelle stazioni, per controllare quanto avviene a bordo ma anche chi sale e chi scende. Rivolgerò questa richiesta al Governo".

Sardone: "L'immigrato venga espulso dall'Italia"

“A dir poco vergognoso quanto successo sul treno Albairate-Saronno: un egiziano di 21 anni prima ha iniziato a masturbarsi davanti a una ragazza seduta a bordo, poi l'ha inseguita e palpeggiata con violenza. In casi come questi la soluzione è solo una: che l'immigrato venga espulso e sconti la pena nel paese d'origine. Non abbiamo bisogno di personaggi del genere sul nostro territorio". Così Silvia Sardone, consigliere regionale e comunale del Gruppo Misto. "Esprimo tutta la mia solidarietà alla vittima e ringrazio i carabinieri per il pronto intervento che ha permesso di arrestare l'egiziano per violenza sessuale. Servono più controlli e certezza della pena". TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE