Menu
Cerca

Aggressione con l'acido a Legnano: chiesta un'attenuazione della misura cautelare

Giuseppe Morgante era stato aggredito da Sara Del Mastro. Il caso era diventato nazionale.

Aggressione con l'acido a Legnano: chiesta un'attenuazione della misura cautelare
Cronaca Legnano e Altomilanese, 14 Novembre 2019 ore 23:59

Martedì 7 maggio, intorno alle 21.45, un ragazzo di 29 anni è stato trasportato in codice giallo dall’ambulanza della Nordsoccorso di Legnano al nosocomio cittadino dopo un evento violento. L’uomo si trovava in via dei pioppi a Legnano insieme all’ex fidanzata quando è scoppiata una lite tra i due sfociata poi in un’aggressione. Il 29enne è stato ustionato al viso e al torace con dell’acido dalla ragazza.  La donna, Sara Del Mastro, si è poi costituita ai carabinieri.

LEGGI ANCHE:

Getta acido contro l’ex fidanzato, grave un 29enne a Legnano

Raccolta fondi per aiutare Giuseppe Morgante, sfregiato con l’acido dalla ex

Aggressione con l'acido: chiesta un'attenuazione di pena

Giovedì 14 novembre, Sara Del Mastro, la 38enne che il 7 maggio scorso a Legnano ha aggredito con l'acido l'ex fidanzato 30enne Giuseppe Morgante, si è presentata in Tribunale a Milano per chiedere un'attenuazione della misura cautelare. La donna ha richiesto il patteggiamento a cinque anni e, con parere favorevole del pm, attende la decisione del Gup di Busto Arsizio, prevista per il 19 dicembre prossimo. Con lei in Tribunale i due avvocati difensori, Pierpaolo Proverbio Sandro Cannalire, che hanno precisato che l'udienza ha riguardato "l’eventuale applicazione di misure di prevenzione per impedire ulteriori contatti con la persona offesa", sottolineando poi che "d’accordo con la cliente, presente in aula, ci siamo rimessi alla valutazione del Tribunale".

LEGGI ANCHE:

Sfigura l’ex con l’acido: qualche giorno prima era stata intervistata da Le Iene

Aggressione con l’acido, la legnanese resta in carcere

L'avvocato della difesa

L'avvocato della vittima, Domenico Musicco, ha dichiarato:

"Siamo in procinto di depositare una memoria per opporci alla possibilità di un patteggiamento. Sono sgomento della decisione dell'accusa di non contestare a Del Mastro l'aggravante della premeditazione. Se il giudice dovesse accordare i cinque anni siamo pronti a ricorrere in Cassazione".

L'avvocato di Morgante ha poi speso qualche parola anche su Sara Del Mastro

"Se questa donna uscirà tra due e sarà nuovamente protagonista di altri crimini? Mi stupisce che non abbiano riaperto il caso sulla morte del suo ex - ha aggiunto il legale - morto dopo essere volato giù dalla finestra. A breve incontrerò alcuni deputati, mi batterò fino all'ultimo affinché Giuseppe abbia giustizia".