Cronaca
sei arresti in totale

Acquistavano oggetti online ma aggredivano il corriere e non li pagavano

Un corriere ha scaricato i mobili e poi è stato aggredito dai presenti scappando via senza il denaro.

Acquistavano oggetti online ma aggredivano il corriere e non li pagavano
Cronaca Milano città, 03 Novembre 2022 ore 17:54

La Polizia ha arrestato 5 uomini e 1 donna residenti nel campo rom di via Chiesa Rossa a Milano perchè accusati di aver aggredito i corrieri che stavano consegnando degli oggetti nel campo per non pagarli.

Ordinano online ma non pagano e aggrediscono il corriere

Nel prime ore della mattina del 2 novembre 2022 la Polizia di Stato ha dato esecuzione all'ordinanza della custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di cinque uomini e una donna, tutti con precedenti, che vivono nel campo nomadi di via Chiesa Rossa a Milano, gravemente indiziati di essere gli autori di almeno otto episodi delittuosi - tra furti aggravati e rapine aggravate - commessi dal 5 ottobre 2020 e fino al 10 ottobre scorso.

Le indagini effettuate dal Commissariato di P.S. Scalo Romana della Questura di Milano coordinato da magistrati del VII Dipartimento della Procura di Milano hanno preso il via a seguito della rapina impropria risalente al 5 ottobre 2020, quando due corrieri di un noto rivenditore di mobili, dopo aver incontrato una donna, la quale avrebbe dovuto pagare la merce scaricata nei pressi del campo, sono stati aggrediti e minacciati da almeno dieci persone che li hanno costretti ad allontanarsi senza ricevere il pagamento dei divani né la restituzione della merce.

Condotte analoghe sono state registrate il 18.2.2021 e il 25.2.2021, quando i corrieri di due diverse consegne, dopo essere entrati nel campo, vedevano sottrarsi i beni da consegnare e costretti ad allontanarsi a causa degli atteggiamenti intimidatori e dalla presenza di più persone.

Altre due aggressioni al campo

Da ultimo il 10 ottobre 2022 un privato, dopo essere stato convinto a portare la sua moto, messa in vendita su internet, nei pressi del campo, è stato colpito da un ragazzo, che si era interessato all'acquisto, il quale, montato in sella, è scappato col mezzo. Medio tempore, sono stati registrati episodi molto simili, anche se l'assenza esplicita di minaccia o violenza ha indotto a qualificarli come furti aggravati dal mezzo fraudolento; infatti, il 10.2.2022 un corriere, dopo aver consegnato merce ordinata su internet, non ha ricevuto il pagamento del prezzo, visto che il soggetto a cui l'aveva consegnata ha fatto perdere le sue tracce nel campo.

Il 14 febbraio 2021 un uomo ha sottratto ad un privato, contattato su internet, la moto che questi gli aveva mostrato, con il pretesto di farci un giro per provarla. Allo stesso modo, quello che poi si è rivelato essere lo stesso autore, il 29.3.2021 ha rubato un’altra moto e il 10.5.2021 una bicicletta, tenendo una condotta identica in tutti e tre i casi appena citati. Dell'esecuzione si è incaricato il Commissariato di P.S. Scalo Romana della Questura di Milano, coadiuvato da due squadre del Reparto Mobile e tre equipaggi dell'R.P.C. Lombardia della Polizia di Stato, oltre al Gabinetto regionale di Polizia Scientifica.

Dopo la redazione degli atti e la notifica del provvedimento, gli stessi sono stati associati presso il carcere di San Vittore a disposizione dell'autorità giudiziaria per l'interrogatorio di garanzia.

Seguici sui nostri canali