Attualità
Legnano

Una nuova strada per la piattaforma ecologica e l'impianto Forsu

Servirà per ridurre il traffico da e per il nuovo impianto per il trattamento della Forsu in via Novara

Una nuova strada per la piattaforma ecologica e l'impianto Forsu
Attualità Legnano e Altomilanese, 24 Settembre 2021 ore 09:52

Mentre nel cantiere di via Novara proseguono, dal luglio dello scorso anno, i lavori per la realizzazione dell’impianto per il trattamento della Forsu, all’inizio di questo mese sono state avviate anche le attività relative alla realizzazione della strada complanare che sarà destinata ad accogliere il traffico diretto, appunto, all’impianto legnanese.

Una nuova strada per la piattaforma ecologica comunale

La strada, che correrà parallela a via Novara, assolve il compito di ridurre le interferenze tra la viabilità sull’asse principale e il traffico in ingresso e in uscita dall’impianto Forsu e dalla piattaforma ecologica comunale di Legnano. I lavori dovrebbero terminare entro la fin di ottobre 2021.

I lavori

Nell’ottica di limitare eventuali inconvenienti, i lavori sono stati suddivisi in due tranche: la prima riguarda il tratto che parte in prossimità dell’intersezione con la strada vicinale Ponzella- Brughiera e si snoda, in direzione Borsano, per circa 150 metri. La seconda tranche riguarderà, invece, i successivi 100 metri. La complanare avrà, infatti, una lunghezza complessiva di circa 250 metri e un calibro medio di circa 5 metri.

Tempistiche

La realizzazione del primo tratto dovrebbe concludersi entro la prima settimana di ottobre, mentre il 30 ottobre è la data indicata dal cronoprogramma per la fine dei lavori. Da giovedì prossimo, 30 settembre, il traffico veicolare lungo il tratto in questione sarà regolato da due semafori provvisori, posizionati su ambo i lati di via Novara: ne conseguirà una circolazione a senso unico alternato che, inevitabilmente, andrà a comportare dei rallentamenti per gli utenti che devono entrare ed uscire dalla piattaforma ecologica. Si procederà, inoltre, al posizionamento di alcuni guardrail, a protezione degli operai che dovranno installare una struttura “a griglia”, atta a saldare il sedime stradale di via Novara con quello della nuova strada complanare.
Nella seconda tranche dei lavori si renderà necessario chiudere la piattaforma ecologica: ovviamente si cercherà di farlo per un tempo limitato, in modo da non creare troppi disagi ai cittadini.