Impianto Forsu, ripartono gli incontri pubblici

Due gli appuntamenti in calendario: uno in Canazza, l'altro nell'Oltrestazione.

Impianto Forsu, ripartono gli incontri pubblici
Legnano e Altomilanese, 10 Settembre 2018 ore 16:21

Impianto Forsu a Legnano, due incontri rivolti ai cittadini.

Impianto Forsu, nuove assemblee pubbliche

Il primo incontro si era svolto il 5 dicembre dello scorso anno nella sala consiliare di Palazzo Malinverni e aveva visto la partecipazione di cittadini e associazioni. Come preannunciato in quella sede, la volontà di tutti i soggetti coinvolti era e continua a essere quella di portare il progetto dell’impianto Forsu (che sorgerà in via Novara, nei pressi della piattaforma ecologica comunale) alla conoscenza dell’intera città. Ecco perché di Forsu si parlerà nel corso di altri due incontri pubblici programmati per mercoledì 19 settembre allo Spazio Incontro di via Colombes (quartiere Canazza) e mercoledì 26 settembre nella sede della Consulta Territoriale 1 Oltrestazione (via Venezia 109).

I tecnici di Amga e Ala a disposizione dei cittadini

Dal centro alle periferie, il progetto legnanese per la realizzazione di un impianto per il trattamento della frazione organica dei rifiuti e la conseguente produzione di biometano sarà diffuso nei vari punti della città, sulla base della precisa volontà dell’Amministrazione comunale di accorciare le distanze tra la sede municipale e i cittadini. A entrambi gli incontri parteciperanno i vertici di Amga e di Aemme Linea Ambiente, i tecnici di Asja Ambiente Italia, la società che si è aggiudicata il bando per la progettazione, realizzazione e gestione dell’impianto Forsu e, chiaramente, gli amministratori comunali.

Spazio anche alle domande dei comitati

Gli incontri, pur rivolgendosi in particolare alle consulte dei quartieri prossimi al futuro impianto, sono aperti a tutta la cittadinanza. In un’ottica di massima trasparenza, le due serate includeranno una sessione nella quale i rappresentanti dei comitati e le persone interessate potranno sottoporre, in uno schema organizzativo che favorisca il dialogo, le proprie domande e richieste di approfondimento.