Menu
Cerca
Solidarietà

Ultrà lilla scomparso, i Boys del Legnano calcio donano 3mila euro alla madre invalida

Prosegue la raccolta fondi promossa dagli amici di Fabrizio Bergamaschi, scomparso prematuramente lo scorso 9 gennaio.

Ultrà lilla scomparso, i Boys del Legnano calcio donano 3mila euro alla madre invalida
Attualità Legnano e Altomilanese, 31 Maggio 2021 ore 17:27

Ultrà lilla scomparso, dai Boys del Legnano calcio una prima consistente donazione in favore della madre invalida rimasta sola.

Ultrà lilla scomparso, donazione da 3mila euro in favore della madre rimasta sola

Gli amici di "Fabbro", al secolo Fabrizio Bergamaschi, il tifoso lilla residente a Milano prematuramente scomparso lo scorso 9 gennaio,  hanno consegnato alla donna 3mila euro. Si tratta dei fondi raccolti finora grazie alla vendita di sciarpe, foto e cimeli di tifoserie di tutta Italia raccolti negli anni da Fabbro e proposti dai Boys del Legnano ai collezionisti attraverso la pagina facebook "Fabbro Ovunque". "Ci siamo recati dalla signora Giuseppina per sincerarsi delle sue condizioni (ci è parsa su di morale e sempre pronta alla battuta) - scrivono gli ultrà lilla - Attualmente sono stati raccolti 3mila euro, frutto della prima parte del ricavato della vendita del materiale che Fabbro conservava con cura. Cogliamo l'occasione per ringraziare, anche a nome della famiglia di Fabbro, chi ha contribuito acquistando i suoi cimeli e le tifoserie che hanno fatto delle donazioni spontanee".

A breve altri cimeli saranno messi in vendita sulla pagina facebook "Fabbro Ovunque"

La vendita benefica prosegue: gli amici di Fabbro hanno infatti altro materiale che a breve sarà proposto sulla pagina facebook "Fabbro Ovunque", aperta lo scorso 6 febbraio. "Questo gruppo è dedicato alla memoria di Fabrizio Bergamaschi, per tutti ‘Fabbro’, per tanti anni al seguito della sua grande passione, il Legnano, e prematuramente scomparso lo scorso 9 gennaio - si legge-  Era innamorato dell’essere ultrà e seguiva questo stile di vita 365 giorni all’anno. Negli anni ha collezionato molte sciarpe, foto e cimeli di tifoseria di tutta Italia e oggi vogliamo far sì che possa continuare a vivere, proponendo il suo materiale a collezionisti che possano custodirlo col cuore, come avrebbe fatto lui".