Magenta

Le Rose di Gertrude contro l'Amministrazione per il no al Pride

Prato: ""L'Amministrazione di Magenta guidata dal Sindaco Chiara Calati ha mantenuto le sue granitiche posizioni e caratteriste di chiusura e non dialogo".

Le Rose di Gertrude contro l'Amministrazione per il no al Pride
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 24 Giugno 2021 ore 11:01

Magenta non dà il patrocinio al pride e Le Rose di Gertrude attaccano. Intanto alle 11.30 a Corbetta, le Amministrazioni che hanno concesso il patrocinio per gli eventi del Milano Pride si ritrovano  per dare ufficialmente inizio alle manifestazioni con semplice cerimonia, con lo slogan "Partiamo dai diritti". Il palazzo comunale sarà illuminato... con l'arcobaleno.

Le Rose di Gertrude contro l'Amministrazione per il no al Pride

"L'Amministrazione di Magenta guidata dal Sindaco Chiara Calati ha mantenuto le sue granitiche posizioni e caratteriste di chiusura e non dialogo verso le istanze della minoranza gay , lesbico, transgender presenti in città. La risposta attesa non si discosta da quelle degli ultimi anni anzi probabilmente troppo impegnati nel governo della città rispolverano vecchi file per chiudere velocemente il loro fastidio.
Come mostriamo in calce le lettere sono identiche e le motivazioni diventano imbarazzanti ogni anno che passa",  è l'affondo del presidente Sergio Prato . 
La motivazione è stata: “ … L’Amministrazione Comunale condivide la lotta all’omofobia e ad ogni forma di pregiudizi e di discriminazione, ma non ritiene che il Pride e gli eventi connessi abbiano caratteristiche tali da essere considerati di rilievo comunale, per cui rifiuta il patrocinio”. Per Prato è una beffa. “Che tipo di lotta-azioni in questi quattro anni vi siete fatti promotori? Rivendicate la vostra partecipazione nella rete RE.A.DY che è la Rete italiana delle Regioni, Province Autonome ed Enti Locali impegnati per prevenire, contrastare e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, anche in chiave intersezionale con gli altri fattori di discriminazione – sesso, disabilità, origine etnica, orientamento religioso, età – riconosciuti dalla Costituzione, dal diritto comunitario e internazionale. Ma come , dove e quando mai? Delle centinaia di eventi culturali che anche quest’anno durante la settimana del Milano Pride del 18-27 giugno 2021 vengono presentati nel capoluogo e nella città metropolitana è mai possibile che non siano ( ed è assurdo) di rilievo comunale? Vi siete informati?".

Duro affondo

Una posizione dura quella delle Rose di Gertrude: "Quest’ anno almeno ci risparmiamo la sicumera dei coloriti luoghi comuni tipo "E una carnevalata”, perché spero vi sia chiaro che causa emergenza sanitaria non ci sarà la tradizionale parata. Cogliamo l’ occasione per ringraziare le Amministrazioni comunali della zona che hanno aderito e patrocinato il Milano Pride (Busto Garolfo, Castano Primo , Corbetta, Dairago, Inveruno , Legnano).

Gli eventi del pride online su:  www.milanopride.it