Spettacoli
Rassegna musicale

World Music Festival 2021 di Amadeus: un grande successo

Milano e il suo pubblico hanno accolto con entusiasmo la proposta musicale del progetto MoSaIC. Sabato 16 ci sarà la chiusura a Legnano

World Music Festival 2021 di Amadeus: un grande successo
Spettacoli Legnano e Altomilanese, 12 Ottobre 2021 ore 15:19

World Music Festival 2021 di Amadeus. Una tre giorni di grandi appuntamenti musicali in tre diverse location di Milano ha caratterizzato la prima edizione del festival, che segna il debutto nel capoluogo lombardo di MoSaIC – Music for Sound Integration in the Creative sector. L’appuntamento è ora per l’ultimo concerto in programma sabato 16 ottobre 2021 alle ore 21 a Legnano, chiesa del SS.Redentore, tra gli ospiti la cantante ivoriana Diane Olga Ahikoua e il gruppo folcloristico bulgaro Ritmica.

World Music Festival 2021 di Amadeus: un grande successo

Il progetto vede Amadeus come capofila e comprende un gruppo di associazioni sparse per l’Europa, con il patrocinio della stessa Commissione Europea, che si propone l’obiettivo di migliorare l’integrazione tra le culture presenti in Europa grazie al linguaggio universale della musica. Il Festival è cominciato venerdì 8 Ottobre presso il Polo Culturale di via Tertulliano con una conferenza internazionale aperta dal maestro Marco Raimondi, presidente di Amadeus e responsabile di MoSaIC, che ha evidenziato i notevoli risultati raggiunti dal progetto dopo tre anni d'attività, di cui la metà trascorsi in emergenza sanitaria, cui ha fatto eco la relazione del coordinatore del progetto a Bruxelles, Liesbeth Segers.

Ospiti internazionali

La tavola rotonda ha visto quindi la partecipazione di diversi esperti sul tema dello stato attuale dell’integrazione culturale europea ed il ruolo della musica tra cui il filosofo Giuseppe Girgenti, il musicologo Augusto Gentili, il sociologo e liturgista della Diocesi di Milano Don Paolo Croci. La preziosa testimonianza di Razma Haseena, ventiduenne laurenda in scienze internazionali dell’Univeristà di Kabul, costretta alla fuga dall’Afghanistan dalla violenza dei talebani grazie al ponte aereo delle forze di pace italiane, ha infine chiuso l’evento nella commozione generale. In serata due concerti: “Ancient roots from South to North - alla scoperta delle radici dell'Europa” del gruppo danese di musica d’avanguardia Swinging Europe, diretto da Mette Marie Jensen Ørnstrup e “Roots&Magic – Suoni e atmosfere magiche d’Europa” eseguito dalla jazz band rumena Sound Cultural Foundation, diretta da Petra Acker.

Le giornate di musica del World Music Festival 2021

Sabato 9 ottobre il festival si è spostato invece in via Sant’Arnaldo, nell’anfiteatro realizzato presso il bel complesso della Biblioteca di Cassina Anna, ove ha avuto luogo un grande concerto con la partecipazione degli oltre 100 musicisti partecipanti riuniti nella MoSaIC Orchestra, il cui cuore pulsante è costituito dall’Orchestra e Coro Sinfonico Amadeus, diretto dal maestro Marco Raimondi con gli arrangiamenti sinfonici inediti da Enrico Raimondi. A fare gli onori di casa per il Comune di Milano che ha ospitato e patrocinato il Festival, il presidente del Municipio 9, dott. Giuseppe Lardieri. Sul palco si sono alternati musicisti e ospiti da tutto il mondo in caleidoscopio di generi musicali e culture che hanno appassionato il pubblico.

Giornata conclusiva domenica 10 ottobre nella splendida cornice di Villa Litta Modignani e del suo parco in viale Affori, con una serie di workshop realizzati da tutti gli artisti presenti ed aperti a tutta la cittadinanza ed il concerto conclusivo “Future Memories” eseguito dall’ensemble belga Koor&Stem, caratterizzato da un inedito sound creato da voci, oud, percussioni e fisarmonica con la direzione artistica di Aurélie Nyirabikali Lierman.

Le parole del maestro Marco Raimondi

“Un grande evento musicale ma soprattutto un momento di grande umanità, che ha visto il suo culmine nell’inaspettata del grande concerto di sabato da parte di una donna portoghese che non è riuscita a trattenere la sua commozione ed il desiderio di ringraziare ed abbracciare tutti gli esecutori per quella sensazione magica di vera solidarietà tra popoli e culture. Un istante che non si potrà dimenticare”.

La chiusura a Legnano

L’appuntamento è ora per l’ultimo concerto di MoSaIC in programma sabato 16 ottobre 2021 alle ore 21 a Legnano, presso la chiesa del SS.Redentore, tra gli ospiti la cantante ivoriana Diane Olga Ahikoua e il gruppo folcloristico bulgaro Ritmica.