Presentata l’88esima edizione della Cinque Mulini

Simone Giudici "Una manifestazione entrata ormai nella tradizione".

Presentata l’88esima edizione della Cinque Mulini
Legnano e Altomilanese, 21 Gennaio 2020 ore 16:45

Si è tenuta questa mattina, nella Sala Conferenze del Centro Servizi Bezzi di Banco BPM, in Via Massaua 6 a Milano, la conferenza stampa di presentazione dell’88esima edizione della Cinque Mulini.

Presentata l’88esima edizione della Cinque Mulini

Alla conferenza stampa che apre ufficialmente la settimana di avvicinamento al weekend di gare della Cinque Mulini, hanno partecipato alcune personalità di spicco, in rappresentanza di Istituzioni e partner che in modi diversi si accostano alla manifestazione. A fare gli onori di casa è stato il Dott. Marco Aldeghi, responsabile dell’Area Commerciale di Banco BPM, che ha aperto la presentazione odierna. Tra le istituzioni che maggiormente collaborano e supportano l’organizzazione dell’evento, erano presenti il Consigliere della Regione Lombardia, Simone Giudici, e il Sindaco del Comune di San Vittore Olona, Daniela Maria Rossi, oltre a un rappresentante del Comune di Legnano. Tra i relatori anche Oscar Campari, Consigliere Nazionale FIDAL Lombardia. Nutrita anche la presenza di atleti che hanno fatto la storia dell’atletica internazionale e, in modo particolare, della Cinque Mulini nelle sue passate edizioni. I nomi di Nadia Dandolo, Paola Pigni, Gaetano Erba e Francesco Panetta risuonano ancora forte sui prati di San Vittore Olona ed hanno segnato edizioni memorabili della prova. Presenti quest’anno all’appuntamento anche gli studenti dell’IRIS “Stanislao” di Rho, accompagnati dai loro professori: a loro il riconoscimento di aver pensato al “restyling” del logo per la 25esima edizione della Cinque Mulini Studentesca. Il programma di tutte le gare, così come i dettagli operativi e le novità dell’intera manifestazione, sono stati illustrati come vuole la tradizione dal Presidente dell’Unione Sportiva San Vittore Olona 1906, Giuseppe Gallo Stampino, accompagnato anche quest’anno da Nicola Roggero, apprezzato telecronista e giornalista sportivo. La più antica e fascinosa corsa campestre dell’intero panorama internazionale sarà anche quest’anno tappa del World Athletics CROSS COUNTRY PERMIT, il circuito internazionale che raggruppa le più importanti manifestazioni di corsa campestre. Anche quest’anno la diretta televisiva sarà affidata alla Rai e andrà in onda domenica dalle ore 12.05 alle ore 13.30, con la telecronaca di Franco Bragagna e il commento tecnico di Orlando Pizzolato.

 

3 foto Sfoglia la gallery

Le parole di Simone Giudici

“Sono contento di aver partecipato all’inaugurazione di questa importante manifestazione sportiva, con una storia gloriosa e punto di riferimento per tutto il territorio, giunta alla sua ottantottesima edizione”.

Così Simone Giudici, consigliere regionale della Lega al Pirellone, che nella giornata di oggi ha portato i saluti istituzionali di Regione Lombardia all’evento, che vedrà il suo svolgimento nelle giornate del 25 e 26 gennaio.

“San Vittore Olona – spiega Giudici – fin dal 1933 ha ospitato senza interruzioni, la festa della corsa tra i prati. Una manifestazione entrata ormai nella tradizione e nata da un’idea di Giovanni Malerba e da alcuni amici dell’Unione Sportiva San Vittore Olona 1906.
L’iniziativa è molto sentita da tutto il territorio e va a sommarsi all’edizione junior, dedicata ai ragazzi delle scuole superiori e a quelle femminile, presente fin dal 1971.
Nel corso del tempo questa manifestazione ha varcato i nostri confini per diventare un vero e proprio evento dal respiro internazionale, che ha visto la partecipazione di atleti d’eccellenza provenienti da moltissimi Paesi.
Inoltre, da rhodense, è motivo di orgoglio che quest’anno siano stati proprio i ragazzi dell’Itis Cannizzaro ad aver contribuito alla realizzazione del logo dell’ottantottesima edizione.
Queste manifestazioni, oltre che avere una forte connotazione educativa per i più giovani, rappresentano anche un punto fermo per quanto concerne il loro valore tradizionale, in quanto momento di aggregazione per l’intera comunità. Regione Lombardia da sempre promuove lo sport e lo valorizza in tutte le sue forme ed espressioni; il nostro impegno – conclude Simone Giudici – è quello di proseguire lungo questa strada, nella consapevolezza dell’importanza di questi eventi”.

Cos’è la Cinque Mulini

La chiamano “la Regina” delle campestri. È la Cinque Mulini, giunta per l’occasione all’edizione n. 88 in calendario domenica: 11000 metri, come da tradizione per gli amanti di quest’affascinante disciplina. Poche variazioni e i caratteristici passaggi all’interno dei mulini Meraviglia e Cozzi e della fattoria Chiapparini. Ideata nel 1933 da Giovanni Malerba si svolse la prima volta il 22 gennaio, in una giornata caratterizzata da una copiosa nevicata, con il successo del milanese Mario Fiocchi. Nel 1960 la gara viene aperta anche agli atleti juniores. Nel 1971 prima edizione al Femminile con il successo dell’inglese Rita Ridley. Nel 1991 la IAAF inserisce di diritto la Cinque Mulini nel calendario dello IAAF WORLD
CROSS COUNTRY PERMIT il circuito che raggruppa le più importanti gare di corsa campestre dell’emisfero. Considerata una delle gare più impegnative per i continui cambi di ritmo che il percorso presenta, conserva tutt’oggi un fascino che ha visto arrivare a San Vittore Olona ben 36 Campioni Olimpici.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia