San Vittore Olona

La Us San Vittore Olona sezione Atletica leggera ha gareggiato a Bergamo

Gli atleti si sono trovati a fronteggiare ancora una volta i 100m.

La Us San Vittore Olona sezione Atletica leggera ha gareggiato a Bergamo
Sport Legnano e Altomilanese, 08 Luglio 2021 ore 10:19

La Us San Vittore Olona sezione Atletica leggera ha gareggiato a Bergamo il 3 luglio.

La Us San Vittore Olona sezione Atletica leggera ha gareggiato a Bergamo

Il 3 luglio i velocisti Jacopo Ruggeri, Lorenzo Serratore, Nicolò Buganza, Aurora Lisciando e Sibilla Liotto si sono trovati a fronteggiare ancora una volta i 100m, accompagnati dalla coach Aurora Colombo, da Silvia Di Meco e da Franco Serratore.

In questa giornata è toccato agli uomini aprire le danze sulla pista bergamasca: il primo a posizionarsi sul blocco è stato Jacopo, con l’obiettivo di migliorarsi ancora una volta. Ottima partenza per il veterano, che si è trovato fin da subito davanti agli avversari. Una bella corsa lo ha accompagnato lungo il rettilineo, ma nel tratto finale la sua velocità ha avvertito un lieve calo, fermando il cronometro a 11.45. Un miglioramento di 5 centesimi per lui.

Lo ha seguito a poche batterie di distanza Lorenzo, che si è posizionato in prima corsia. Sfortunatamente una partenza non riuscita, per efficienza e velocità, lo ha penalizzato fortemente nella sua prestazione. Il giovane ha tentato di recuperare in frequenza e accelerazione ma non è riuscito a colmare la perdita precedente, concludendo in 12.13.

Nicolò è stato protagonista indiscusso della sua batteria. Il velocista, infatti, ha effettuato un partenza stratosferica, che lo ha portato a distaccare gli avversari fin dai primi passi. I metri di vantaggio guadagnati gli hanno consentito di viaggiare solo lungo tutto il rettilineo, diminuendo la velocità soltanto negli ultimi metri, concludendo la sua gara in 11.72.

A chiuse la giornata di gare sono state le velociste, schierate fianco a fianco nella stessa serie.
In terza corsia si è posizionata Aurora, avvolta da una palpabile agitazione, dettata dalle grandi aspettative verso sé stessa; questo l'ha penalizzata in contrazione e prestanza, visibili già dai primi metri di gara, dove la senior ha effettuato una partenza poco efficiente e veloce. Il cronometro si è fermato a 14.15. Al suo fianco, in quarta corsia, la junior Sibilla. La sua partenza esplosiva le ha permesso di raggiungere un’ottima accelerazione. La spinta, però, è venuta meno negli ultimi metri, dove si è notata una sensibile riduzione di velocità. Ha oltrepassato la linea di arrivo in 14.29.