Sport
vittoria

La Spark Dance Academy torna vittoriosa da Varsavia

La scuola di danza caraibica di Senago sono campioni del mondo.

La Spark Dance Academy torna vittoriosa da Varsavia
Sport Bollatese, 01 Novembre 2022 ore 11:15

La Spark Dance Academy torna vittoriosa da Varsavia. I ballerini della scuola di danza caraibica di Senago sono campioni del mondo.

Spark Dance Academy di Senago

I ballerini della scuola di danza caraibica senaghese sono campioni mondiali della Caribbean Show Dance Formation nella competizione organizzata in Polonia dalla International Dance Organization, tra oltre 540 ballerini provenienti da 14 Paesi.

Spark Dance Academy di Senago
Foto 1 di 4
Spark Dance Academy di Senago
Foto 2 di 4
Spark Dance Academy di Senago
Foto 3 di 4
Spark Dance Academy di Senago
Foto 4 di 4

Il tema: "Thet time"

La coreografia aveva un tema ben preciso: il tempo, "the time". I 12 ballerini  di ambo i sessi che hanno partecipato alla competizione si muovono armonicamente, tra pendoli e ingranaggi di un orologio, a ritmo di salsa cubana e portoricana, merengue e bachata. Grande energia e sincronismo tra i giovani atleti, che dopo il fermo dovuto alla pandemia, hanno ripreso a gareggiare, senza mai aver smesso di allenarsi, anche individualmente. La metà di loro, erano maschi. Si notava, infatti, rispetto agli altri concorrenti, la forte presenza maschile - esattamente la metà del gruppo - e l’acrobatica della coreografia, da cui emerge il forte lavoro di squadra. Hanno dato spettacolo anche i costumi di scena.

"Avevamo fame di vittoria"

"Più si avvicinava il momento di ballare e più, per tutti, aumentava la tensione e la fame di vittoria - ha dichiarato Alessandro Valota, uno dei campioni mondiali –  Non so spiegarmi esattamente cosa provavo, lo stomaco si stringeva e il fiato si faceva sempre più corto. Una volta entrati in pista, l’unico obiettivo era di “sputare via il veleno” e tutto ciò che avevo dentro da tempo. Pensavo solo a dedicare quel ballo a chi mi è sempre stato accanto nella vita, specialmente ad una persona, per me un fratello, Gerald, che ho sentito vicino in questa gara, anche se purtroppo non è più qui con noi per festeggiarne il risultato. Ringrazio gli insegnanti, Francesco Papaleo e Valentina Puleri, per la preparazione e il sostegno nel percorso artistico e di vita.”

 

Seguici sui nostri canali