garbagnate milanese

Garbagnate sogna il mondiale di Moto 3 grazie al suo campione Tony Arbolino

Undici punti distaccano il pilota garbagnatese Tony Arbolino, dal primo in classifica Albert Arenas, nel Campionato mondiale di Moto 3.

Garbagnate sogna il mondiale di Moto 3 grazie al suo campione Tony Arbolino
Bollatese, 22 Novembre 2020 ore 09:24

Garbagnate sogna il mondiale di Moto 3 grazie al suo campione Tony Arbolino. Sono molto felice per questo risultato. E’ stata una grande gara ed era mia intenzione di giocarmi fino alla fine tutte le possibilità. Ora mi aspetta il prossimo circuito di Portimao dove correrò battendomi fino all’ultimo secondo – afferma il campione garbagnatese che con il prossimo campionato passerà in Moto 2”.

Garbagnate sogna il mondiale di Moto 3 grazie al suo campione Tony Arbolino

Undici punti distaccano il pilota garbagnatese Tony Arbolino, dal primo in classifica Albert Arenas, nel Campionato mondiale di Moto 3. Domenica scorsa il ventenne pilota di casa nostra, è salito sul gradino più alto del podio festeggiato dal suo team «Rivacold Snipers Team», dai suoi tifosi mentre le note dell’inno di Mameli echeggiavano sul circuito Ricardo Torno di Valencia dove si è disputato il Gran Premio della Comunità Valenciana. E’ stata una grande gara per Tony Arbolino che a bordo della sua Honda numero 14, ha saputo sapientemente e con grande preparazione agonistica , studiare i suoi forti avversari e aspettare il momento buono per fare il grande scatto e posizionare la sua moto davanti a tutti. Sul circuito è accaduto di tutto. Una caduta di un pilota ha creato uno po’ di scompiglio, poi giri veloci per consolidare i vantaggi, poi un calo delle gomme dello spagnolo Raul Fernandez finchè al quattro giri dalla fine Tony Arbolino ha rotto tutti gli indugi e con uno scatto da campione è passato al primo posto tagliando il traguardo davanti a Sergio Garcia.
Un risultato esaltante, con 25 punti che riaprono la lotta per il titolo mondiale di Moto 3. Il pilota garbagnatese è l’unico italiano rimasto nella rosa dei mondiali in quanto Celestino Vietti è finito a terra, perdendo ogni possibilità del prezioso titolo. “Sono molto felice per questo risultato. E’ stata una grande gara ed era mia intenzione di giocarmi fino alla fine tutte le possibilità. Ora mi aspetta il prossimo circuito di Portimao dove correrò battendomi fino all’ultimo secondo – afferma il campione garbagnatese che con il prossimo campionato passerà in Moto 2”. Sul suo punteggio pesa fortissimo il fatto di essere stato costretto al fermarsi per una gara perché a sua insaputa aveva viaggiato in aereo con una persona positiva al Covid . Festa grande al suo Fans Club di Garbagnate dove Tony è nato e vissuto e dove grazie al papà Antonio sempre al suo fianco, a 4 anni gli aveva regalato una minimoto .

TORNA ALLA HOME

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia