Sport

Cinquant’anni di storia, che festa per la ciclistica Biringhello

Mezzo secolo di successi ripercorsi in un pomeriggio di sport e ricordi andato in scena all'auditorium comunale di Rho

Cinquant’anni di storia, che festa per la ciclistica Biringhello
Sport 28 Novembre 2021 ore 08:16

La società presieduta da Pietro Cacciamani ha voluto ricordare l'importante traguardo con un libro

Dalle vittorie nelle corse di paese al podio più alto dei mondiali

Grande festa nel pomeriggio di ieri per i primi 50 anni della società ciclistica Biringhello. Mezzo secolo di successi ripercorsi in un pomeriggio di sport e ricordi andato in scena all’auditorium comunale di via Meda. Fondata da un gruppo di amici che si ritrovava presso il circolo del quartiere rhodense, nel corso degli anni la società gialloverde non solo è diventata un punto di riferimento per lo sport giovanile in città ma ha anche ottenuto risultati importantissimi con i suoi atleti, dalle vittorie alle corse di paese fino ai campionati del mondo.

Un pomeriggio di festa con i campioni di ieri e di oggi

Una storia realizzata grazie all’aiuto di tanti volontari, una storia che gli attuali dirigenti della società ciclistica rhodense, con a capo il presidente Pietro Cacciamani hanno deciso di racchiudere in un bellissimo libro dove si ripercorrono momenti, personaggi e luoghi che hanno reso la Biringhello un punto di riferimento per la città di Rho e per lo sport italiano delle due ruote. Durante la cerimonia, lo speaker ha chiamato sul palco gli atleti che negli anni si sono distinti per le loro vittorie sia nazionali che internazionali, che hanno raccontato le loro storie di atleti cresciuti con la maglia della Biringhello. Dai campioni storici dell’ormai passato al presente e futuro della società, sul palco dell’auditorium sono poi saliti i piccoli del vivaio.

Una tappa dei prossimi giri d'Italia partirà da Rho

Durante la festa della Biringhello l’Assessore allo Sport di Rho, Alessandra Borghetti, ha approfittato dell’evento per chiedere al presidente della Federazione Italiana Ciclismo, Cordiano Dagnoni la possibilità di far arrivare o partire una tappa in uno dei prossimi Giri d’Italia nella nostra città. La risposta del numero uno della federazione è stata positiva