Sport

Boffalorello, amarissimo finale

Boffalorello, amarissimo finale
Sport Magenta e Abbiategrasso, 06 Giugno 2022 ore 16:21

Boffalorello, amarissimo finale nei play off

BOFFALORELLO, AMARISSIMO FINALE

Boffalorello, amarissimo finale nei play off per la promozione in Prima Categoria. Un brutto, bruttissimo colpo per le ambizioni di una squadra che ha disputato una stagione “alla grande”, ma finita in fumo per colpa di un episodio increscioso ad un passo dal traguardo.

La prima sfida valida per il triangolare di finale dei play off, disputata dai “ticinesi” col Vercurago si è interrotta a pochi minuti dalla fine a causa di un gesto violento compiuto da giocatore del Boffalorello Mihai Razvan Melinte nei confronti del direttore di gara. Pesantissima la mano del Giudice Sportivo: oltre alla lunga squalifica per il giocatore è arrivata anche la sconfitta a tavolino per la squadra che vede così tramontare, a meno di clamorosi colpi di scena, le speranze di essere ammessa alla serie superiore.

«La gara in oggetto – si legge nel provvedimento disciplinare - è stata sospesa in via definitiva al 41º del 2º tempo a seguito di grave atto di violenza compiuti dal calciatore Melinte Razvan Mihai della società Boffalorello nei confronti del direttore di gara.

Infatti al 41 del 2º tempo il citato calciatore avvicinava l'arbitro egli sferrava una testata colpendolo all'altezza del petto con forza tale da farlo arretrare di alcuni metri e provocandogli dolore persistente.

A seguito di questi fatti violenti i compagni del calciatore intervenivano a difesa del direttore di gara allontanando il compagno violento. A causa dello stato psicofisico procuratogli dalla subita violenza, il direttore di gara riteneva, giustamente, di non essere più in grado di proseguire la gara e decideva di sospenderla in via definitiva.

A seguito dei fatti su indicati l'arbitro si recava presso il pronto soccorso della ASST Valle Olona - P.O. Saronno dove veniva sottoposto agli opportuni accertamenti (come da documenti allegati al referto di gara) e successivamente dimesso con prognosi di giorni 3.

Nessuna giustificazione può essere considerata al fine di attenuare la portata della sanzione dovuta al comportamento violento posto in essere nei confronti del direttore di gara».

Pesantissime, dicevamo, le sanzioni: «squalifica per anni due, fino al 5.06.2024, il calciatore Melinte Razvan Mihai della società Boffalorello per quanto a lui attribuito.

Di comminare alla società Boffalorello la sanzione della perdita della gara per 0-3 nonché l'ammenda di Euro 500,00 per responsabilità in ordine al comportamento violento di un proprio tesserato nei confronti del direttore di gara».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter