Sport
Campionato europeo

Ancora successi per il Team Pankration di Busto Garolfo

Il Team di Busto Garolfo e il suo maestro Vincenzo Barretta tornano dalla Grecia con diverse medaglie.

Ancora successi per il Team Pankration di Busto Garolfo
Sport Legnano e Altomilanese, 22 Dicembre 2021 ore 11:22

Il Team Pankration di Busto Garolfo di Vincenzo Barretta ha conquistato l’Europa, ottenendo ben cinque medaglie d’oro, due argenti e due bronzi.

Risultati eccellenti per il team di Pankration bustese

Il Team Pankration di Busto Garolfo ha fatto incetta di medaglie alla settima edizione del campionato europeo di Pankration Athlima WPAF di Atene, tenutasi l’11 e il 12 dicembre presso la palestra Nikkis. A rappresentare la Nazionale italiana, anche gli atleti della palestra Orizon della frazione bustese di Olcella e di Crossfit il Tempio dei Gladiatori di Busto Arsizio. In particolare, il maestro Vincenzo Barretta ha conquistato tre medaglie d’oro, Luca Sapone due ori e un argento e Vincenzo Romeo un argento e due bronzi. Il medagliere vede ora al primo posto come nazione proprio l’Italia, al secondo la Grecia e al terzo la Romania.

La grande soddisfazione dei vincitori

"Sono orgoglioso dei successi ottenuti in questo europeo - ha commentato Barretta - Io e i miei ragazzi ci siamo allenati tanto e abbiamo dimostrato sul tatami greco tutta la nostra forza e la nostra preparazione nonostante due anni di stop per la pandemia. Ci siamo confrontati con campioni e pluricampioni di questa disciplina, ma, nonostante tutto, ci siamo saputi difendere alla grande. Per me è stata una grande soddisfazione vedere Sapone salire sul gradino più alto del podio, nonostante si sia unito al mio team da poco tempo, ma portando con sé tanta umiltà e un bagaglio di esperienza tecnica personale di altre discipline molto importante"

E le soddisfazioni sono arrivate anche per Romeo che ha portato a casa una grande esperienza oltre a tre medaglie.

"Soddisfazione anche per Romeo - ha raccontato Barretta - Dopo due anni di continuo allenamento e sacrifici torna a casa con questa grande esperienza europea. Dedico questi titoli europei, che erano quelli che mancano per chiudere il mio percorso agonistico, avendo vinto già titoli italiani e mondiali, alla mia famiglia, alla mia ragazza, ai miei allievi, alle palestre con cui collaboro, ai miei sponsor che mi supportano da anni e ai maestri che ho incontrato nel mio percorso di crescita agonistica. Sono molto soddisfatto di questo percorso. Come diceva Mennea, “Soffri, ma sogni”, ma soprattutto orgoglioso che questo abbia portato la mia Italia, la Lombardia e il mio team sul tetto d’Europa".