Scuola
il progetto dai 0 ai 17 anni

Teatro e musica nelle scuole per socializzare e stare bene insieme

Obiettivo del progetto è promuovere, a livello territoriale, interventi per “accrescere le opportunità di promozione della socialità"

Teatro e musica nelle scuole per socializzare e stare bene insieme
Scuola Legnano e Altomilanese, 24 Gennaio 2023 ore 12:07

Partirà domenica 29 gennaio la rassegna per gli studenti delle scuole di Legnano dedicata al teatro e alla musica per favorire la socialità e il benessere dei più giovani.

Teatro e musica per i giovani

Al via domenica 29 gennaio la rassegna “Piccoli palchi”, già in corso i laboratori tenuti da Teatro Junior e Scuola di musica Paganini nelle secondarie Teatro e musica entrano nelle scuole di Legnano con un ciclo di laboratori e una rassegna, “Piccoli palchi”, per favorire la socialità e il benessere degli alunni e degli studenti. L’iniziativa rientra nel progetto “E-state + Insieme”, promosso e finanziato con 110mila euro dalla Regione Lombardia, ed è realizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con Scuola Teatro Junior e Scuola di musica “Niccolò Paganini”, realtà presenti sul territorio da molti anni e che rappresentano un importante punto di riferimento per la crescita artistica, culturale e umana per molti bambini, ragazzi e adulti.

Migliorare il benessere dei ragazzi

Obiettivo del progetto è promuovere, a livello territoriale, interventi per “accrescere le opportunità di promozione della socialità e, più in generale, del benessere fisico, psicologico e sociale dei minori nella fascia d’età 0 -17 anni”.

«Nelle scuole, fino all’aprile dell’anno scorso, erano in vigore misure legate all’emergenza
pandemica che hanno limitato le attività che vi si potevano svolgere –ricorda Ilaria Maffei,
assessora alla Comunità inclusiva–; per questo abbiamo colto l’opportunità dataci da “E-state + Insieme” di proporre un’iniziativa che favorisse, con i laboratori teatrali e musicali, la
socializzazione di ragazzi che, per molto tempo, hanno sofferto le restrizioni imposte dal virus. Da sempre il teatro e la musica aggregano e creano le condizioni per sviluppare relazioni; questo programma coniuga il valore didattico delle due discipline con i benefici che derivano dal poter stare finalmente insieme. Inoltre la rassegna di spettacoli nelle scuole in tutti i quartieri della città, periferie incluse, attraverso il coinvolgimento dei bambini più piccoli con le loro famiglie crea ulteriori momenti di socializzazione al di fuori degli orari di lezione e stimola l’interesse sin dalla più tenera età per il teatro e la musica. Il lavoro che vede impegnata la nostra amministrazione a realizzare la Città dei bambini e dei ragazzi coinvolge più soggetti e situazioni e la scuola, per l’importanza che riveste nella vita dei giovani, gioca in questa partita un ruolo di primaria importanza».

Le parole di chi promuove teatro e musica

«La rassegna, che prenderà il via domenica 29 gennaio, si basa sul principio che il teatro, la musica, l'arte in generale sono da considerare come una medicina, una cura per la famiglia - affermano Jacopo Pari e Santa Barilari di Scuola Teatro junior e Fabio Poretti della scuola di musica Paganini. Studi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno evidenziato un legame tra cultura e benessere, confermato dalle ultime ricerche scientifiche nel campo delle neuroscienze, che sottolineano il contributo delle attività artistiche e creative al miglioramento della salute globale. In particolare, la pandemia ha privato di esperienze sociali, emotive e culturali tanti bambini e ragazzi per un lungo periodo, ha causato un peggioramento della salute, con disturbi comportamentali, ansia e depressione, ritardo di apprendimento e deficit dell'attenzione mettendo a dura prova la salute biopsicosociale delle comunità. Il progetto ha al centro il concetto di cura delle persone e della comunità, in particolar modo delle fasce fragili della popolazione: la cultura ritrova così una delle sue più importanti funzioni, quella di occuparsi del benessere individuale e collettivo, svolgendo un ruolo di riabilitazione delle dinamiche sociali con il contrasto della povertà educativa e della marginalizzazione. L'obiettivo è quello di offrire il proprio contributo nella ricostruzione civile e sociale del territorio attraverso il teatro e la musica, non solo con spettacoli gratuiti, ma anche offrendo percorsi laboratoriali musicali e teatrali nelle scuole della città. La scelta di presentare gli spettacoli sui “Piccoli palchi” all'interno delle scuole si lega all'idea dell'Amministrazione, sposata dalle associazioni, di rigenerare e connettere per arrivare a includere, nell'ottica della città sociale dove usare luoghi e spazi per fare relazioni, migliorare la qualità della vita e creare benessere a tutti i cittadini».

I laboratori già partiti

I laboratori teatrali e musicali, che si svolgono nel primo pomeriggio, dalle 14 alle 15.30, sono cominciati a gennaio e termineranno fra fine febbraio e inizio marzo. Tre sono le scuole secondarie in cui si svolgono i laboratori (Tosi, Rita Levi Montalcini, Dante Alighieri), mentre gli appuntamenti della rassegna “Piccoli Palchi, per varie fasce d’età a partire dai 3 anni, saranno ospitati da Tosi, Rodari, Bonvesin della Riva e Rita Levi Montalcini. Il primo appuntamento, domenica 29 gennaio alle 16, è all’auditorium delle scuole Franco Tosi in via Santa Teresa del Bambin Gesù vedrà la Compagnia Manifatture teatrali milanesi interpretare “Senza coda”, uno spettacolo adatto ai bambini a partire dagli 8 anni.

Tutti gli appuntamenti della rassegna sono a ingresso libero, ma è sempre consigliata la prenotazione sulla piattaforma Evenbrite all'indirizzo: https://bit.ly/piccolipalchi I laboratori e la rassegna proseguono le azioni contemplate nel programma “E-state + Insieme”: il campus di orientamento “Scegli il tuo domani” in ottobre a Palazzo Leone da Perego, i laboratori svolti al Centro sociale Pertini dalla cooperativa sociale EnergicaMente e il Festival dei bambini a novembre, sempre a Palazzo Leone da Perego.

Seguici sui nostri canali