Scuola
Dal 2012 in città

La preside Neva Cellerino saluta il Testori

Andrà in pensione il prossimo 31 agosto la Dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo di Novate Milanese.

La preside Neva Cellerino saluta il Testori
Scuola Bollatese, 10 Luglio 2022 ore 11:00

La preside Neva Cellerino saluta il Testori. Andrà in pensione il prossimo 31 agosto la Dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo di Novate Milanese.

E' una biologa marina

Originaria di Alessandria la professoressa Cellerino non si sarebbe mai aspettata che la sua carriera nel mondo della scuola arrivasse così lontano: "Mi sono laureata nel 1978 in Biologia, sono una biologa marina - ha spiegato la Dirigente prossima alla pensione - Un mestiere che mi avrebbe portata a lavorare molto tempo lontano da casa". Una condizione inconciliabile per lei: "Mi sono sposata solo l’anno dopo della mia laurea e quindi ho deciso di dedicarmi ad altro, sulla terra ferma - ha spiegato - Sono figlia di un insegnante e così ho voluto provare il concorso". Malgrado non fosse del tutto convinta, ha passato il concorso al primo colpo: "Ho cominciato ad insegnare matematica e scienze alle scuole medie a La Spezia - ha spiegato - Intanto ho avuto due figli e poi ho provato anche il concorso per accedere alle cattedre delle superiori". Neva è riuscita a passare anche quello: "C’è voluto un po’ di tempo per amare il mio lavoro, lo devo ammettere - ha continuato - A quel punto insegnavo chimica e scienze e ciò che mi piaceva di più erano le lezioni in laboratorio".

Ha girato 14 scuole nella sua carriera

A quel punto ha capito che il mondo della scuola sarebbe stato il suo destino: "Ho girato in tutto 14 scuole, molte di queste nel Monferrato - ha raccontato la preside - Ho capito anche che mi piaceva tanto curare l’aspetto organizzativo. Nel 2007, poi, ho vinto anche il concorso per diventare Dirigente scolastica".

Nel 2019 diventa titolare a Novate

E’ nel 2012 che mette per la prima volta piede in città, ricoprendo proprio all’Istituto Testori il ruolo di reggente. Ufficialmente, però, ha aspettato l’anno scolastico 2019-2020 per assumere quello di preside: "E’ stata un’esperienza interessante, ho sempre imparato qualcosa dalla scuola - ha detto - Mi sento arricchita, abbiamo fatto diversi progetti, come la Radio Vergani, una produzione podcast in cui hanno partecipato gli alunni delle scuole medie, oppure tanti progetti scientifici". E’ proprio sulla digitalizzazione che ha puntato in alto la Dirigente: "Ho sempre voluto dare un grande impulso in tal senso - ha continuato - Con la didattica a distanza nella fase più acuta dell’emergenza sanitaria, abbiamo fatto un salto eccezionale. Ci siamo messi tutti in gioco per attivarci".

Si dedicherà al sociale

Un po’ di riposo ci vuole, ma la preside ha tanto da fare: "Sono tesoriere dell’associazione di promozione sociale Basti-Menti, che aiuta le persone fragili con la “cura della cultura". E’ ai suoi alunni che vuole dare i migliori auguri: "Realizzate i vostri sogni, credete a voi stessi. Non abbiate paura di fare domande".

L'ARTICOLO COMPLETO E' PRESENTE SULL'EDIZIONE DELL'8 LUGLIO  DI SETTEGIORNI

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter