Scuola

Città Metropolitana non mette il gasolio, studenti dell'Ipsia al freddo lasciano la scuola

Dura lettera del preside Emanuele Contù a Città Metropolitana: "Sono dalla parte dei miei ragazzi"

Città Metropolitana non mette il gasolio, studenti dell'Ipsia al freddo lasciano la scuola
Scuola Rhodense, 23 Novembre 2021 ore 16:45

E' la quinta volta dall'inizio dell'autunno che siamo costretti a effettuare lezioni al freddo

Città Metropolitana non ha fatto il rifornimento di gasolio

Caloriferi freddi, gli studenti dell'Ipsia di via Bersaglio a Rho lasciano la scuola per protesta e questa volta il preside, Emanuele Contù, è dalla parte dei suoi ragazzi perché la causa del blocco della caldaia è solamente una "Città Metropolitana non ha fatto il rifornimento di gasolio"

E' la quinta volta dall'inizio dell'autunno che i caloriferi rimangono spenti

"Oggi, per la quinta volta dall'inizio dell'autunno, i riscaldamenti in una sede della mia scuola sono rimasti spenti - spiega il dirigente scolastico dell'istituto rhodense -. Gli studenti hanno protestato: hanno ragione e io sono dalla loro parte. Io sono per una scuola seria e rigorosa: questo significa che, prima di richiedere impegno e fatica ai nostri studenti, noi adulti dobbiamo essere tre volte tanto esigenti con noi stessi. Le scuole non possono essere luoghi fatiscenti, in cui talvolta diventa complicato assicurare i servizi essenziali: devono essere belle, curate, pulite, attrezzate, funzionali.

Le assenze di oggi non saranno conteggiate

Dirigente scolastico che informa le famiglie che le assenze di oggi non saranno conteggiate: "Gli studenti hanno manifestato il profondo disagio di svolgere l'attività scolastica al freddo. Lo hanno fatto in maniera composta e responsabile dimostrando una grande maturità. Hanno lasciato la scuola con una richiesta di autorizzazione attraverso il registro elettronico, le loro assenze non saranno conteggiate nel monte orario annuale perché indipendenti dalla loro volontà

"Ho manifestato a città metropolitana il nostro disagio"

Dopo aver autorizzato gli studenti ad uscire dall'istituto il preside ContU ha immediatamente telefonato all'ufficio tecnico di Città Metropolitana: "Ho manifestato ai dirigenti la nostra rabbia e il disagio che questi disservizi stanno provocando alla scuola oltre alla mia ferma intenzione di non accettare passivamente la situazione - afferma il preside Contu - Ho ricevuto rassicurazioni e assunzioni di responsabilità da parte dei dirigenti dell'ufficio tecnico e ringrazio quanti in Città Metropolitana si sono poi attivati per risolvere la situazione. Chiarisco fin d'ora però che continuerò a vigilare a tutela dei miei studenti e del personale di cui sono responsabile. Alle promesse adesso devono seguire i fatti.

Il riscaldamento è stato riattivato nel pomeriggio

Dopo la lettera del preside, nel pomeriggio di oggi, all'Ipsia di via Bersaglio è stato effettuato il pieno di carburante e i caloriferi hanno ripreso a funzionare. Le lezioni previste per la giornata di domani sono confermate.