Scuola
Istruzione

6o milioni di euro dalla Regione per scuole primarie e secondarie

La Regione dal 2022 al 2026 erogherà 60milioni di euro per progetti di ristrutturazione e costruzione di nuovi stabili

6o milioni di euro dalla Regione per scuole primarie e secondarie
Scuola 15 Dicembre 2021 ore 17:21

Regione Lombardia ha previsto per il 2022 un bando dedicato alle scuole primarie e secondarie con un contributo totale pari a 60milioni di euro.

Incentivi per ristrutturazioni e nuovi plessi

Realizzare nuove scuole sicure, certificate, connesse, che offrano spazi di apprendimento innovativi, flessibili nell’uso e nel tempo, adeguati alle nuove modalità didattiche e alle esigenze dei docenti e degli studenti che le abitano. È questo l’obiettivo di Regione che, con la delibera approvata in Giunta regionale su proposta dell’assessore all’Istruzione, Fabrizio Sala, interviene sul tema dell’edilizia scolastica con un provvedimento unitario composto da due linee di intervento.

Nuove scuole con standard innovativi

Il primo bando che prevede un finanziamento totale di 60milioni di euro dal 2022 al 2026 è destinato ai Comuni per realizzare scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado attraverso progetti esemplari di innovazione che integrino progettazione e didattica, apertura al territorio e sostenibilità. Grazie al Bando “Spazio alla Scuola”, di prossima emanazione, i Comuni potranno ricevere un contributo a fondo perduto, fino a un massimo del 100% del costo progettuale, in rapporto alla tipologia di scuola e al numero di classi interessate dal progetto.

“Vogliamo offrire a studenti e ai professori scuole moderne, funzionali, tecnologicamente avanzate - ha dichiarato l'assessore Sala - Con questa nuova linea di finanziamento superiamo la logica degli interventi parziali, perchè adeguare gli spazi esistenti alle previsioni normative è importante, ma non è sufficiente. Vogliamo mettere i Comuni in condizione di intraprendere percorsi di progettazione, affidamento ed esecuzione dei lavori modulati sulle effettive dimensioni delle opere da realizzare”.

Sfruttare le opportunità del Pnrr

La seconda linea è una manifestazione di interesse per la raccolta dei fabbisogni relativi al patrimonio di edilizia scolastica degli enti locali in Lombardia. È finalizzata a definire un’aggiornata programmazione regionale in materia di edilizia scolastica, che consenta di sfruttare le opportunità offerte dal PNRR in seguito all’ultimo accordo trovato con il Ministero dell’Istruzione, che prevede punteggi aggiuntivi per le proposte incluse nella programmazione regionale.