Idee & Consigli

Pulire casa dopo una ristrutturazione: 4 consigli utili

Pulire casa dopo una ristrutturazione: 4 consigli utili
Idee & Consigli 20 Gennaio 2023 ore 12:27

Ristrutturare casa può rivelarsi alquanto impegnativo, non solo durante ma anche e soprattutto dopo i lavori, quando gli operai se ne sono andati e gli interventi si possono considerare completamente conclusi. A questo punto infatti si dovrebbe gioire, ma è raro che ciò avvenga perché la casa non si presenta di certo pulita e splendente. Al contrario: ci si deve preoccupare di sistemare tutto con cura, perché durante una ristrutturazione si sporca parecchio e non basta passare l’aspirapolvere. Tra polvere e residui vari, si rischia di perdere moltissimo tempo per pulire casa dopo una ristrutturazione e in molti casi è necessario procurarsi anche dei prodotti specifici. I classici detergenti di utilizzo quotidiano infatti non sono sempre efficaci per rimuovere lo sporco post ristrutturazione. 

Ecco allora alcuni consigli utili per evitare inutili perdite di tempo e far brillare la nuova casa. 

#1 Chiamare una ditta di pulizie specializzata

Rivolgersi ad una ditta di pulizie specializzata è sicuramente la cosa migliore da fare, specialmente se non si ha molto tempo a disposizione o comunque non si vuole fare troppa fatica. Chi vive in una grande città può considerarsi avvantaggiato da questo punto di vista, perché le ditte che offrono servizi ad hoc sono diverse ed i costi non sono nemmeno esagerati dunque vale la pena approfittarne. Un’ottima impresa specializzata in pulizia appartamenti Milano è ad esempio Aurora Cleaning ed è possibile richiedere un servizio specifico per sistemare casa dopo la ristrutturazione. Vengono dunque utilizzati prodotti specifici, in modo da rimuovere anche lo sporco più difficile ed igienizzare al meglio l’appartamento.

#2 Acquistare prodotti professionali

Se non ci si vuole rivolgere ad una ditta di pulizie, bisogna allora provvedere all’acquisto di prodotti professionali specifici. Come abbiamo accennato infatti, con i comuni detersivi è davvero difficile riuscire a rimuovere le tracce di sporco lasciate da una ristrutturazione e si rischia di perdere tantissimo tempo senza ottenere alcun risultato. Meglio dunque acquistare dei prodotti professionali, anche se il loro prezzo è più elevato. 

#3 Spolverare anche le pareti

Quella di spolverare le pareti è un’operazione che non viene mai effettuata in casa, soprattutto se si mantiene l’ambiente pulito. Dopo una ristrutturazione però è importante preoccuparsi di questo aspetto e bisogna farlo anche se si sono imbiancate la pareti da poco. Questo perché la polvere si annida ovunque quando si effettuano lavori in casa e le pareti rischiano di attirarne davvero parecchia. Naturalmente, è importante utilizzare un panno o un piumino assolutamente pulito ed asciutto altrimenti si rischia di sporcare la parete e peggiorare la situazione anziché migliorarla!

#4 Procedere dall’alto verso il basso ma…

La regola del procedere dall’alto verso il basso vale anche quando si effettuano le pulizie post ristrutturazione, ma è bene precisare che in questo caso sarebbe sempre meglio passare prima di tutto l’aspirapolvere e rimuovere eventuali residui particolarmente evidenti dal pavimento. Questo è utile per evitare di rovinarlo ma anche per una questione di sicurezza: l’ambiente deve essere il più libero possibile per muoversi senza problemi e non rischiare di inciampare.

Seguici sui nostri canali