Idee & Consigli
Sponsorizzato

L’auto dopo le vacanze: che fare?

Tutti i consigli per mantenerla sempre efficiente

L’auto dopo le vacanze: che fare?
Idee & Consigli 21 Settembre 2022 ore 14:10

Voi, rilassati e pronti a tuffarvi di nuovo nel vostro quotidiano. Ma lei? Sarà in grado di fare altrettanto? E il riferimento non è alla vostra dolce metà, quanto a chi vi ha consentito quella vacanza rigenerante appena terminata: la vostra auto. Perché è grazie alla sua efficienza che avete realizzato la vostra voglia di mare o di montagna. Però, mentre voi vi divertivate, lei ha lavorato. E ora che state per riprendere la vita di tutti i giorni, deve essere nuovamente pronta ad assecondare tutti i vostri spostamenti.

Doveroso quindi sottoporla a un controllo. Per verificare che sia tutto a posto, prevenendo eventuali guai e permettendole così di mettere al vostro servizio tutto il suo potenziale.

Auto dopo le vacanze: la tenuta di strada

Ma, dunque, che fare alla vostra auto dopo le vacanze?

Il primo passo è un check-up della sua tenuta di strada. Quindi controllo della pressione delle gomme, che potrebbe essere calata sia per le lunghe distanze affrontate (oltretutto con un carico bagagli dal peso non indifferente) che per l’esposizione prolungata al sole. E in seconda battuta al vostro meccanico di fiducia chiedete anche un controllo alle sospensioni, che potrebbero essere state messe a dura prova da eventuali escursioni impervie. Tipo strade sterrate, fondi scoscesi e brevi guadi.

Auto dopo le vacanze: il motore

Tutte superfici che, insieme all’ipotesi di una vacanza in spiaggia, invitano a chiedere anche una verifica accurata della parte meccanica più importante: il motore. Perché se siamo stati al mare, o anche se ci siamo dedicati a gite collinari, polvere e sabbia sollevate al nostro passaggio potrebbero essersi depositate, seppur in minima parte, nei filtri del nostro propulsore.

Per cui conviene effettuare un controllo finalizzato più che altro a una pulizia, così da evitare che la loro sedimentazione, col trascorrere del tempo, possa comprometterne le funzioni e costringerci, oltre che a un periodo senza macchina, anche a sostenere una spesa non indifferente. Infine, non dobbiamo dimenticare l’impianto frenante. Per cui vale la pena chiedere una verifica al livello del liquido dei freni e monitorare lo stato delle pasticche.

Auto dopo le vacanze: la carrozzeria

Un trattamento di riguardo per la vostra auto dopo le vacanze è doveroso anche per la carrozzeria. Perché la sua vernice potrebbe risentire di una prolungata esposizione ai raggi solari, ma soprattutto della salsedine trasportata dal vento in riva al mare e che potrebbe lasciare una patina sugli esterni.

Per cui la miglior cosa da fare, una volta rientrati, è recarsi presso un autolavaggio, disponibile spesso anche nella nostra officina di fiducia come nel caso di Authos, e chiedere un’accurata pulizia dell’auto e un trattamento successivo con creme e cere finalizzate a rinvigorire la sua lucentezza.

Sempre il sole non è certo un alleato anche delle spazzole dei tergicristalli, che potrebbero essersi indurite. Nel caso, bene provvedere alla loro sostituzione.

Auto dopo le vacanze: l’abitacolo

L’ultimo controllo è per l’abitacolo. Anche qui è consigliata un’operazione di accurata pulizia per togliere la sabbia, le foglie secche, gli aghi di pino, la polvere o la terra che possono essere finiti a bordo, infilandosi tra i sedili, oppure sul fondo dell’abitacolo o ancora nel portabagagli.

Inoltre, con un panno si può lucidare il cruscotto mentre con un nuovo deodorante si può profumare l’ambiente, restituendo alla nostra vettura una rinnovata freschezza che, sommata alla sua appurata efficienza sopradescritta, la renderanno pronta e smagliante ad accompagnarci nel nostro ritorno alla quotidianità.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter