Menu
Cerca

Cos’è il trading online? Tutto quello che c’è da sapere prima di cominciare a investire

Cos’è il trading online? Tutto quello che c’è da sapere prima di cominciare a investire
Idee & Consigli Milano città, 31 Marzo 2021 ore 08:33

Quando si parla di investire in borsa, nell’immaginario di tutti partono scene da film in cui dei broker in carne ed ossa si trovano a Wall Street o in qualsiasi altra borsa del mondo, urlando e agitandosi, per comprare o vendere delle azioni e fare il colpo del secolo.

Certo un tempo la realtà dei fatti era molto simile a quella hollywoodiana, ma oggi le cose sono molto diverse. La borsa non è più appannaggio di una cerchia ristretta ed elitaria di individui, i quali hanno grossi capitali e nulla da perdere. Adesso chiunque può giocare in borsa, e questo proprio grazie al trading online.

Il trading online permette infatti di investire in borsa stando comodamente a casa proprio, o in qualsiasi altro posto, basta che si possegga un dispositivo capace di accedere ad una rete internet e una piattaforma di broker online che faccia da tramite.

Ma basta davvero solo questo per diventare un investitore di successo? Ovviamente no. Per chi parte da zero, è facile incappare piattaforme truffaldine che cercano di accalappiare clienti con la favola del guadagno facile, veloce e spropositato.

In realtà la cosa principale che serve per diventare un buon trader è innanzitutto l’informazione. Se appunto si è completamente a digiuno di trading online, si può partire consultando siti specifici, come ad esempio Investingoal.it, su cui si possono trovare numerosi articoli utili e guide per fare trading.

In questo breve articolo ci proponiamo di partire dalle basi, per chiarire le idee a chi per la prima volta si approccia a questo mondo e vuole saperne di più.

Cos’è il trading e come si può investire in borsa oggi?

Il trading è, per darne una definizione precisa, l’attività di acquisto e vendita di vari strumenti finanziari diversi, come ad esempio azioni, opzioni, futures e valute, il cui valore oscilla ed è quotato durante le fasi di apertura dei mercati mondiali. È proprio dalle oscillazioni di questi prezzi in positivo e in negativo che i trader ricavano i loro guadagni.

Si può investire in borsa secondo due modalità principali: tramite DMA e tramite CFD.

  • DMA: con questo acronimo si fa riferimento all’accesso diretto al mercato. Cosa si intende con questo? Si intende che con questa modalità si vanno ad acquistare direttamente le azioni di una determinata società, ad esempio. In questo modo si diventa dei veri e propri azionisti di questa società. Se la quantità di azioni acquistate in questo modo è alta, si può avere anche una certa influenza sulla società stessa e si può anche partecipare a quelle che sono le riunioni degli azionisti. Questo è di solito un modo di investire in borsa che è utilizzato soprattutto da trader più esperti e che hanno capitali maggiori. Questo è anche legato al fatto che, se il titolo è in positivo si avranno dei guadagni, ma se il titolo va in un trend negativo si avranno delle perdite e queste possono essere anche grosse, dunque è importante avere un buon capitale su cui contare in caso di un’evenienza del genere.
  • CFD: quest’altro acronimo sta per contratti per differenza. In questo caso non si acquistano direttamente le azioni di una società ma si fa piuttosto una scommessa su quello che sarà l’andamento del titolo in borsa, sia esso in negativo che in positivo. Se la scommessa è giusta, dunque, si guadagnerà sia che il titolo cresca che il titolo cada. È chiaro dunque che questa metodologia è più adatta ai principianti e in generale ai piccoli investitori, dato che in qualche modo consente di guadagnare anche dalla caduta dei titoli.

Una volta scelto il modo in cui si vuole investire e un buon broker online, si può cominciare a fare trading, sempre tenendo ben presente di essere sempre responsabili e mai avventati quando si parla di investire il proprio denaro.