Politica

Videosorveglianza Legnano, Cecchetti, Lega: "Un aiuto concreto dal Governo"

In arrivo un contributo che finanzierà metà del progetto presentato dal Comune.

Videosorveglianza Legnano, Cecchetti, Lega: "Un aiuto concreto dal Governo"
Politica Pubblicazione:

A Legnano arriverà un contributo governativo di 165mila euro per la videosorveglianza. L'onorevole della Lega Fabrizio Cecchetti : «Soldi, non parole. Un aiuto concreto, non mere promesse a vuoto».

Contributo governativo: 165mila euro per Legnano

Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha approvato il decreto con cui sono stati varati oggi i contributi governativi a favore di 428 Comuni italiani. Di questi, oltre 37 milioni di euro, saranno investiti nel campo della sicurezza, sovvenzionando i progetti per gli impianti di videosorveglianza varati dalle singole Amministrazioni. Per Legnano arriverà un contributo di 165mila euro, esattamente la metà dei 330mila euro necessari per finanziarie il progetto presentato dal Comune.

"La sicurezza è un valore che ci sta a cuore"

Ecco le parole  dell'onorevole della Lega Fabrizio Cecchetti  a commento dell'approvazione:

«Ringrazio il Governo per la sensibilità dimostrata. Si tratta di un aiuto concreto in nome della sicurezza, un valore che ci sta particolarmente a cuore. In un momento di difficoltà finanziaria per gli Enti locali, il Governo ha dimostrato come può svolgere al meglio il suo ruolo a favore dei Comuni».

Le dichiarazioni del Sindaco Fratus

Il Sindaco, Gianbattista Fratus ha dichiarato:

«La città di Legnano ottiene questo finanziamento poco dopo essersi aggiudicata un altro contributo, nell'ambito di un bando di Regione Lombardia, sempre destinato al potenziamento della videosorveglianza. Una dimostrazione della volontà dell’Amministrazione comunale di rendere il sistema più capillare, anche intercettando risorse esterne all'ente».

Ecco dove saranno i nuovi "occhi" elettronici

E' previsto il posizionamento di 10 postazioni per la videosorveglianza.  Sono, invece 12, tra nuove istallazioni e implementazioni di apparecchiature già presenti, i dispositivi per la lettura delle targhe. Questi saranno posizionati ai varchi della città. I nuovi “occhi” elettronici saranno puntati su:

  • piazza San Magno / Galleria Cantù;
  • via Cavallotti, piazza I Maggio;
  • piazza Frua / Giardini di Corso Italia;
  • via Venegoni, via Pastrengo;
  • piazza Sturzo;
  • via Quadrio;
  • via Bonvesin de la Riva / Ingresso scuole;
  • via Lega.

Sistemi lettura targhe in entrata

Saranno invece completati con sistemi per la lettura targhe dei mezzi in entrata in città, già presenti quelli che rilevano le targhe dei veicoli in uscita, i varchi delle vie:

  • Podgora;
  • per San Vittore;
  • per San Giorgio;
  • XX Settembre;
  • per Inveruno;
  • di viale Sabotino,verso Castellanza:
  • corso Sempione, verso Castellanza e verso San Vittore Olona.

Nuovi varchi ci saranno anche nelle vie Melzi, per Cerro Maggiore e Cesare Battisti. Infine il varco di via Novara sarà spostato e implementato.

Le parole dell'Assessore alla Sicurezza Maria Cacucci

«Questo progetto ha sostanzialmente ottenuto l’intero importo richiesto, a conferma della bontà dello stesso. Un plauso all'ottimo lavoro del Comando sotto il profilo amministrativo. Bisogna, tuttavia, essere ben consapevoli che i sistemi di videosorveglianza sono uno strumento utilissimo, ma non esaustivo . Per garantire il più possibile sicurezza concorrono svariati fattori, a partire dalla collaborazione fra cittadini e forze dell’ordine».

LEGGI ANCHE: Ladri in palestra e a scuola: due casi in poco tempo

Seguici sui nostri canali