Menu
Cerca
La lettera a Moratti e Bertolaso: "Lasciateci avviare contatti personali"

Vaccinazioni anti Covid over 80, i sindaci dell’Abbiatense: “Gli sms non bastano”

I sindaci dell'Abbiatense scrivono a Regione Lombardia per segnalare la criticità della notifica tramite sms degli appuntamenti per i vaccini anti Covid per gli over 80: "Lasciateci avviare contatti personali"

Vaccinazioni anti Covid over 80, i sindaci dell’Abbiatense: “Gli sms non bastano”
Politica Magenta e Abbiategrasso, 02 Marzo 2021 ore 15:11

I sindaci dell’Abbiatense scrivono a Regione Lombardia per segnalare la criticità della notifica tramite sms degli appuntamenti per i vaccini anti Covid per gli over 80: “Lasciateci avviare contatti personali”

Vaccinazioni anti Covid over 80, i sindaci dell’Abbiatense: “Gli sms non bastano”

Il sistema di notifica tramite sms non è la soluzione migliore per una utenza di cittadini over 80: meglio attivare le Asst locali ed i servizi di prossimità. E’ questa la conclusione alla quale sono giunti i quattordici sindaci dell’Abbiatense in merito alla campagna vaccinale anti Covid per over 80 di Regione Lombardia. Gli amministratori dei Comuni di Abbiategrasso, Albairate, Besate, Bubbiano, Calvignasco, Cassinetta di Lugagnano, Cisliano, Gaggiano, Gudo Visconti, Morimondo, Motta Visconti, Ozzero, Rosate e Vermezzo con Zelo hanno elaborato un documento unitario, che hanno inviato al vicepresidente di Regione Lombardia Letizia Moratti, al commissario Guido Bertolaso, al direttore generale di Ats Milano Walter Bergamaschi ed al presidente della conferenza dei sindaci di Ats Milano Sara Santagostino.

Questo il contenuto integrale della lettera:

Gentilissimi,
confermando il nostro pieno sostegno al comune e imprescindibile obiettivo di raggiungere nel più breve tempo possibile con il vaccino anti Covid-19 il maggior numero di cittadini lombardi di età superiore agli 80 anni, ci permettiamo di esporre una problematica riscontrata dalle Amministrazioni Comunali che hanno svolto un servizio di supporto ai propri cittadini nella fase di prenotazione della vaccinazione tramite il portale regionale gestito da ARIA SpA. La fascia di popolazione coinvolta (over 80) non sempre ha dimestichezza con dispositivi tecnologici e anche il semplice utilizzo del telefono cellulare, con avviso tramite SMS della data e luogo della vaccinazione, presenta il forte rischio di una mancata adesione per via della scarsa, in qualche caso nulla, attenzione prestata a tale sistema di messaggistica da parte del vaccinando. Una concreta soluzione potrebbe consistere nella distribuzione ai Comuni dell’elenco dei propri cittadini invitati alla vaccinazione, in contemporanea alla comunicazione trasmessa alla ASST polo vaccinale di riferimento, in modo che i servizi di prossimità possano attivare un contatto personale e sincerarsi della ricezione e comprensione dell’appuntamento. In questo modo riteniamo che si possano anche risolvere eventuali criticità logistiche legate al trasporto del vaccinando all’hub assegnato. Le Amministrazioni comunali, già allertate dalle rispettive ATS sulla modalità di svolgimento della campagna vaccinale, si sono dimostrate sensibili e ben disposte ad un coinvolgimento a sostegno delle Autorità sanitarie. Confidenti che la nostra richiesta possa essere di aiuto a raggiungere l’obiettivo che tutti condividiamo, porgiamo cordiali saluti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli