Politica
Giunta

Toto assessori a Magnago: ecco la probabile squadra di Candiani

L'ufficialità arriverà martedì sera 28 giugno in occasione della prima seduta del nuovo Consiglio comunale.

Toto assessori a Magnago: ecco la probabile squadra di Candiani
Politica Legnano e Altomilanese, 25 Giugno 2022 ore 18:05

Toto assessori a Magnago.

Toto assessori: in Giunta Berlanda, Binaghi, Piantanida e Ragona

Federica Berlanda, Ferruccio Binaghi, Franco Piantanida e Maria Grazia Ragona: è questa la squadra di assessori che quasi sicuramente accompagnerà il neosindaco Dario Candiani nel suo quinquennio alla guida di Magnago. La ratifica definitiva avverrà ufficialmente solo nel primo Consiglio comunale del nuovo corso, che si terrà martedì 28 giugno alle 18.30, nella sala consigliare di piazza Italia. Berlanda, rappresentante della civica SiAmo Magnago e Bienate si occuperà di Politiche culturali e Istruzione, il leghista Piantanida di Sicurezza, la neoeletta di Fratelli d'Italia Ragona di Politiche sociali, mentre, infine, l'unico membro esterno di questa squadra, l'ex sindaco Binaghi, sarà incaricato di seguire Lavori pubblici e redazione del Pgt.

Il capogruppo consiliare di maggioranza sarà Massimo Riondato

Sostanzialmente sicuro, poi, che ciascuno degli altri consiglieri eletti avrà almeno un incarico e quindi un tema da affrontare e curare. Nell'elenco compaiono gli unici due consiglieri "superstiti", che fino a meno di un mese sedevano nel parlamentino cittadino tra i banchi dell'opposizione: Emanuele Brunini si occuperà di ambiente, mentre Paolo Bonini di questioni tecniche. E il ruolo di vicesindaco sarà assegnato a Franco Piantanida, il capogruppo della nuova Amministrazione sarà Massimo Riondato.

Il portavoce di Progetto Cambiare sarà nuovamente Massimo Rogora

Sul fronte opposto, Progetto Cambiare affiderà il medesimo ruolo ancora una volta a Massimo Rogora, che già aveva fatto da riferimento nel corso della passata Amministrazione.  A chiosa della sconfitta elettorale maturata lo scorso 12 giugno, intanto, Gianluca Marta ha voluto così commentare: "È normale che quando credi fermamente in un progetto e non ti risparmi, alla fine la sconfitta faccia ancora più male. Il nostro progetto non si ferma qui, ci aspettano anni nei quali svolgere un ruolo d'opposizione costruttivo e puntuale mettendo sempre al centro delle nostre azioni l'interesse per il paese".

 

5 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter