Politica

Tariffa puntuale rifiuti: a Morazzone via libera, obbiettivo 2021

Rivoluzione nel calcolo della tariffa rifiuti

Tariffa puntuale rifiuti: a Morazzone via libera, obbiettivo 2021
Politica Saronno, 22 Luglio 2019 ore 15:58

Il consiglio comunale di Morazzone ha approvato l'affidamento a Coinger per l'attivazione della tariffa puntuale dei  rifiuti.

Tariffa puntuale, rivoluzione green

"Paghi quanto produci". Un principio di cui si parla da anni e che in molti comuni della provincia di Varese potrebbe diventare realtà nel giro di pochi anni. Nell'ultimo consiglio comunale, l'Amministrazione di Morazzone (pur con l'astensione della minoranza) ha  deliberato l’affidamento in
house a Coinger del servizio di igiene ambientale con attivazione della Tariffa unica di bacino.

Cosa cambierà

Il percorso non sarà rapido e i dettagli sono ancora allo studio ma il funzionamento della tariffa puntuale è già noto. Ad oggi, il calcolo della Tari (la tariffa rifiuti) si basa non sull'effettivo consumo della famiglia ma sui metri quadri dell'abitazione, dal quale si ricava la quantità di rifiuti che si suppone abbia prodotto. Va da sè che questo metodo premia sì le comunità più virtuose (che producono, complessivamente, meno indifferenziato) ma in maniera solo indiretta il singolo utente. Con la tariffa puntuale invece sarà possibile rilevare il consumo di ogni unità famigliare, che pagherà in base all'effettiva produzione di rifiuti e non in base a una stima. Ci sarà quindi una premialità "diretta" che dovrebbe ricadere sulle percentuali di differenziata di tutta la comunità.

Morazzone capofila nelle politiche sui rifiuti

"L’utente paga per quanto rifiuto realmente produce: più produci più spendi", riassume infatti l’assessore all’Ambiente, Lavori Pubblici e Edilizia Privata Valter Ghiringhelli, che ha seguito sin dagli albori l’evoluzione del progetto sedendo al tavolo dell’assemblea di Coinger. La scelta di Morazzone non è una novità. Il Comune era già capofila nella sperimentazione della tariffa unica per le frazioni di umido e secco e nel progetto di censimento dei cestini portarifiuti dislocati sul territorio comunale e ha quindi proseguito la strada intrapresa qualche anno fa che ha permesso di arrivare al 62% di raccolta differenziata. Proprio sulla scorta di quei dati, raccolti da Coinger,  il nuovo sistema di raccolta è in grado di garantire per la collettività dei Comuni committenti un servizio conveniente in riferimento agli obiettivi di universalità e socialità, di efficienza e di qualità del servizio.

Obbiettivo 2021

Si attende ora la decisione degli altri Comuni che hanno affidato al gestione dei rifiuti a Coinger. Alcuni, come Venegono Inferiore, hanno già deciso di puntare alla tariffa puntuale. "Il nostro auspicio è quello che anche gli altri comuni facenti parte l’assemblea di Coinger decidano di intraprendere questa via- continua l’assessore Ghiringhelli – così da poter attivare il servizio nel 2021, preceduto dalla consegna a ciascun utente morazzonese dei contenitori dotati di microchip".

LEGGI ANCHE: Corbetta premiato come Comune riciclone

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter