Politica

Tanti problemi nei cimiteri, il Comune pensa di "licenziare" Scr?

Il sindaco: Vogliamostudiare una nuova forma gestionale del cimitero che permetta al Comune di sovrintendere alla realizzazione degli interventi

Tanti problemi nei cimiteri, il Comune pensa di "licenziare" Scr?
Politica Rhodense, 06 Novembre 2021 ore 11:00

Nel fine settimana della commemorazione dei defunti loculi chiusi e parenti dei defunti arrabbiati

La gestione affidata per 30 anni alla società Scr

Era partito tutto in grande stile, con tantissimi progetti e con l’allora sindaco Paola Pessina orgogliosa di dare in gestione per 30 anni i cimiteri di Rho alla società Scr. Dal cimitero parco che doveva essere realizzato in via Terrazzano, a lato del casello autostradale, al forno crematorio che avrebbe risolto i problemi della lunga attesa per le cremazioni a Lambrate e Trecate in provincia di Novara, dove, la maggior parte delle volte, le agenzie di pompe funebri del territorio portano le salme per essere cremate. Il progetto del cimitero parco aveva ottenuto una approvazione tecnica dalla Giunta nel 2009, ma non si è mai dato seguito a nessuna iniziativa. Stessa sorte per il parco crematorio.

Realizzati nuovi loculi ma poi solamente tanti problemi

Sono stati realizzati dei nuovi loculi, prendendo una parte del parco e del magazzino comunale e poi qualche loculo prefabbricato. Nulla di più in questi anni di gestione da parte della Scr. Nulla di più, ma tanti problemi e polemiche da parte dei cittadini per la scarsa manutenzione del camposanto centrale e di quelli delle frazioni. L’ultimo di una serie di episodi, segnalato da una cittadina rhodense Maria Gaspari durante la commemorazione dei defunti. «Non abbiamo potuto portare un fiore sulla tomba dei nostri cari sepolti nei loculi sotterranei del lotto numero 9».
Questa la denuncia della donna che nella mattina di martedì ha contattato la nostra redazione. «Sono venuti dei parenti da Milano, ma non abbiamo potuto raggiungere i loculi in quanto sbarrati perché completamente allagati - afferma la donna - Sono quattro anni che nei loculi del lotto 9 ci sono dei problemi di infiltrazioni d’acqua, sono quattro anni che stanno facendo lavori e non hanno mai risolto nulla». La pensionata rhodense non ha contattato solamente Settegiorni ma anche l’ufficio cimiteriale di Scr e la segreteria dell’assessore ai cimiteri Maria Rita Vergani per portare alla ribalta la problematica.

Stiamo studiando una nuova forma gestionale del cimitero

Un problema dietro l’altro in questi anni di gestione che ha indotto il Comune e il nuovo sindaco Andrea Orlandi a inserire nel proprio programma amministrativo un cambio di gestione dei cimiteri di Rho e frazioni. Questo quanto scritto nel programma dal sindaco e dai partiti che hanno fatto parte della coalizione che l’ha sostenuto: «Studiare una nuova forma gestionale del cimitero che permetta al Comune di sovrintendere alla realizzazione degli interventi». Sempre riguardo ai cimiteri, nel programma elettorale del sindaco si legge: «Concorrere ai bandi regionali per la realizzazione del forno crematorio sul territorio comunale, verificando anche la possibilità di realizzare un forno crematorio per animali domestici che ne consenta quindi la conservazione dei resti». E sempre sui cimiteri: «Considerare le esigenze di tutte le comunità religiose presenti sul territorio».
Siamo alla vigilia di una battaglia legale?