Menu
Cerca

Tangenziale di Varese gratuita: "Lontana. Maroni ci ha mentito"

L'opposizione fa il punto sulle opere per la Tangenziale di Varese e raggela gli automobilisti: "Gratuità lontana, ancora nulla di fatto".

Tangenziale di Varese gratuita: "Lontana. Maroni ci ha mentito"
Politica Saronno, 20 Giugno 2018 ore 13:24

Il consigliere reginale del Partito Democratico Samuele Astuti fa il punto, dopo l'interrogazione all'assessore Terzi, sul futuro della Tangenziale di Varese.

Tangenziale di Varese, opere a rilento e gratuità lontana

Si torna a discutere sulla Tangenziale di Varese, argomento forte in Provincia nell'ultimo periodo dell'Amministrazione di Roberto Maroni in Regione. L'occasione è stata l'interrogazione presentata dal gruppo al Pirellone del Partito Democratico e rivolta all'assessore ai Trasporti Claudia Maria Terzi. "La gratuità per la tangenziale di Varese? Tutt’altro che facile da applicare. Il secondo lotto? Non sta andando avanti. Le opere di mitigazione e compensazione ambientale? Procedono molto a rilento", sintetizza il consigliere dem Astuti.

"Da Maroni false promesse"

“Quello che abbiamo scoperto grazie alla nostra interrogazione ha veramente dell’incredibile – racconta Astuti, che ha presentato l’interrogazione assieme al collega Angelo Orsenigo di Como –. Ad esempio, l’accordo tra Regione e Anas per l’affidamento della gestione delle strade regionali a un soggetto compartecipato non si farà: la Giunta Fontana non procederà con la costituzione della società. Però, l’azzeramento del pedaggio non sarebbe mai passato attraverso questa strada. L’iter giusto è complicatissimo e coinvolge Cal, Apl, Ministero del Trasporti e Cipe. Maroni aveva promesso la gratuità il 1° gennaio. Poi l’ha fatta slittare al 1° giugno. Ora si scopre che il percorso non è quello che l’ex presidente ci aveva raccontato e che la via da percorrere è tutt’altro che semplice. Anzi, ne mancano completamente i presupposti. In più, ci è stato addirittura detto che tra Regione, Anas, Cal e Apl ‘non sono intercorse comunicazioni in merito all’ipotesi di transito gratuito sulle tangenziali di Como e Varese’, come si legge nella risposta”.

Nessuna novità per Varese

E se sul secondo lotto “se per Como qualcosa, lentamente, si muove, ‘non sono intercorse, invece, comunicazioni e/o incontri’ rispetto a Varese”, commenta Astuti. Infine, sulle opere di mitigazione e compensazione ambientale “viene allegato un prospetto riepilogativo, aggiornato a maggio, con i progetti da cui si evince che vanno, molto lentamente, avanti solo le misure in capo ai Comuni e i pagamenti, ci viene detto, avvengono a stadi di avanzamento lavori e su presentazione di documentazione che attesti l’impegno di spesa”.