Vigevano-Malpensa

Superstrada, M5S: “Opera meno impattante e che colleghi a Milano”

Il Movimento Cinque Stelle sulla Vigevano-Malpensa: “Il sud ovest ha bisogno di un collegamento con Milano attraverso un’opera meno impattante”

Superstrada, M5S: “Opera meno impattante e che colleghi a Milano”
Politica Magenta e Abbiategrasso, 28 Agosto 2021 ore 11:44

Il Movimento Cinque Stelle sulla Vigevano-Malpensa: “Il sud ovest ha bisogno di un collegamento con Milano attraverso un’opera meno impattante”

Superstrada, M5S: “Opera meno impattante e che colleghi a Milano”

Il Movimento Cinque Stelle è tornato ad affrontare, dalla propria pagina facebook nazionale, il tema della Superstrada Vigevano-Malpensa con una nota in cui è chiarita la posizione dei pentastellati in merito agli ultimi sviluppi, come già anticipati dal consigliere lombardo Massimo De Rosa: «Il progetto precedente, quello rimasto bloccato per anni e bocciato dal Tar, non si farà – si legge - Si procederà a potenziare il collegamento stradale e ferroviario del territorio abbiatense vigevanese in direzione di Milano. Un’opera che sarà completata in funzione delle modifiche richieste dai territori, un lavoro portato avanti per anni dal nostro portavoce Massimo De Rosa e dagli attivisti locali presso le sedi istituzionali regionali e ministeriali».

Tratte A, B e C: il nuovo progetto

La nota entra quindi maggiormente nel dettaglio: «Obiettivo la riqualificazione in sede della tratta A con riprogettazione dell'attraversamento di Robecco, il raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara iniziando dal raddoppio del primo lotto tra Albairate e Abbiategrasso con l’estensione del servizio S9, la riqualificazione in sede e messa in sicurezza della tratta B (Sp114 Baggio-Abbiategrasso) e la realizzazione della circonvallazione per lo scavalco di Abbiategrasso sulla tratta Milano-Vigevano. La presenza di un commissario speriamo dia un’accelerazione alla realizzazione di ciò di cui il territorio ha bisogno: collegare l’area a sud ovest di Milano con il capoluogo lombardo - aspetto non previsto dal precedente progetto - attraverso un’opera meno impattante, maggiormente sostenibile e che rispetti l’ambiente e le produzioni di pregio di questa splendida area della Lombardia», conclude il comunicato.