Politica

"Strade pericolose", la protesta della Lega

Il Carroccio punta il dito contro la condizione di via Primo Maggio e la buca mal segnalata sul Sempione

"Strade pericolose", la protesta della Lega
Politica Legnano e Altomilanese, 21 Gennaio 2019 ore 17:34

"Strade pericolose", interviene la Lega di S.Vittore Olona.

"Strade pericolose  in paese"

Il Carroccio punta il dito contro alcune strade e situazioni di S.Vittore Olona.  "Strade pericolose: sembrerebbe il titolo di una serie televisiva è invece è la realtà - afferma il segretario cittadino Roberto Morlacchi -. A S.Vittore le strade sono un susseguirsi di buche e avvallamenti, rappezzi di fortuna, cantieri pericolosi mal segnalati. Emblematica è la situazione di via Primo Maggio, quella che da Cerro Maggiore scendo fino alla rotonda del Maggies, che a causa del dissesto, buche e altro, da oltre un mese è transennata e non può essere percorsa sulla metà di una corsia di marcia".

Disagi sul Sempione

"Ma questa oggi non è la situazione più pericolosa per chi circola sulle strade sanvittoresi - prosegue Morlacchi -. Sul Sempione, carreggiata in direzione Parabiago, da almeno 10 giorni è aperta è una buca con all'interno un tombino sporgente. La segnalazione del cantiere è insufficiente e mal illuminata, pericolosa per tutti gli utenti della strada. La situazione di oggi mostra le luci di segnalazione rotte e le transenne divelte con i blocchetti di cemento su parte della strada".

L'accusa alla giunta

"La sicurezza delle strade - prosegue il segretario del Carroccio -, in primis quelle molto trafficate, deve essere una priorità ma per questa Amministrazione comunale la parola sicurezza è solo un'affermazione vuota. Nei prossimi giorni prevedono nevicate e quello che oggi è un grave pericolo diverrà un trabocchetto invisibile, speriamo non accada nulla di grave. Questa Amministrazione non è capace di garantire la sicurezza sulle strade e dei cittadini che le percorrono o, più semplicemente, tale tema non le sta a cuore".

TORNA ALL'HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter