Siamo legnanesi che pensano ai legnanesi: il grazie della Lega ai suoi elettori

Il Carroccio cittadino si toglie qualche sassolino dalle scarpe nei confronti degli "sciacalli" e dichiara di non vedere "l'ora di tornare a occuparsi della crescita e dello sviluppo della città".

Siamo legnanesi che pensano ai legnanesi: il grazie della Lega ai suoi elettori
Politica Legnano e Altomilanese, 28 Maggio 2019 ore 13:53

Siamo legnanesi che pensano ai legnanesi: così la Lega cittadina celebra la vittoria del partito del Carroccio alle elezioni europee, si toglie qualche sassolino dalle scarpe nei confronti degli "sciacalli" e dichiara di non vedere "l'ora di tornare a occuparsi della crescita e dello sviluppo della città".

"Un sospiro di sollievo"

"Abbiamo trascorso probabilmente il peggior periodo della nostra storia - scrive la Lega Nord di Legnano -perché questa volta le accuse infamanti sono piovute direttamente sui nostri uomini. Ma oggi possiamo tirare un sospiro di sollievo perché abbiamo la prova che le vecchie strategie non funzionano più, i cittadini sono diventati impermeabile al clamore mediatico basato sul poco, e in taluni casi sul nulla. Abbiamo assistito a un vero e proprio attacco in forze, abbiamo letto sulle prime pagine di tutti giornali frasi tanto ingiuriose quanto sospette. Abbiamo avuto il dubbio che si volesse a tutti i costi calcare la mano, basandosi su accuse che, dopo accurate indagini e opportuni approfondimenti magari perderanno di peso, a differenza dei macigni sparati in prima pagina con le modalità più roboante possibile. Il fango è stato restituito al mittente. Abbiamo assistito a un servizio televisivo fatto di squallido giornalismo, pilotato da chi ha un solo fine editoriale; abbiamo ascoltato una testimonianza imbarazzante di chi, dopo non aver ottenuto le due noccioline di cui pensava di aver diritto (parliamo di un assessorato giustamente negato e di una vendetta giurata) ha pensato di ribaltare il tavolo proponendosi come il baluardo di giustizia ed onestà. Abbiamo sopportato gli attacchi di chi, raccogliendo intorno a se l’0,5% dei cittadini, ha avuto la sfrontatezza di parlare a nome di tutti riempiendosi la bocca di paroloni quali democrazia e libertà".

"La politica dei piccoli passi, delle cose concrete"

"Siamo felici che le persone per bene abbiamo creduto alla nostra buona fede - proseguono i lumbard legnanesi - e che abbiamo dato il giusto apprezzamento per la politica dei piccoli passi, delle cose concrete. Non vogliamo assolutamente rivalerci sui pochi sciacalli che, ormai dimenticati, hanno avuto il coraggio di tornare i piazza per azzannare il leone ferito. Vogliamo invece dare un forte segnale di apprezzamento nei confronti di tutti i cittadini che hanno capito di che pasta siamo fatti. Siamo gente semplice e onesta che non vede l’ora di tornare ad occuparsi delle crescita e dello sviluppo della città, siamo legnanesi che pensano ai legnanesi, siamo cittadini che sognano un contesto sicuro e in fermento. Grazie".

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE