Politica
San Vittore Olona

Riapre il centro sportivo Malerba, parla il nuovo gestore

A disposizione la pista di atletica e il campo sintetico. "Vogliamo creare qui un punto aggregativo per lo sport"

Riapre il centro sportivo Malerba, parla il nuovo gestore
Politica Legnano e Altomilanese, 18 Novembre 2021 ore 17:21

Ha riaperto il centro sportivo Malerba di San Vittore Olona, chiuso da oltre due anni a causa della discussione nata sul Ppp, contratto pubblico privato siglato nel 2019.

Il Malerba ha riaperto

Ha riaperto i battenti. E si è tornati a giocare sul terreno di gioco del  centro sportivo Malerba di San Vittore Olona. Una novità non da poco visto che l’impianto sportivo, così come il campo di via Roma, era chiuso da due anni. Il motivo è ormai noto: nell’aprile 2019 l’ex Amministrazione comunale aveva siglato il Ppp, contratto di Partenariato pubblico privato per la riqualificazione dei due centri. La nuova Giunta, insediatasi un paio di mesi dopo, aveva creato un pool di lavoro "in quanto vi era documentazione mancante" rianalizzando tutta la documentazione, critiche respinte dall'ex maggioranza. Poi l’annuncio del ritorno dell’attività sportiva dal 15 ottobre.

Parla il nuovo gestore

"I lavori sono tutti terminati, sia quelli previsti dal primo progetto che quelli compresi nell’integrazione proposta dal Comune - spiega Stefano Colombo, futuro gestore degli impianti sportivi - Ora sono già utilizzati spazi quali il nuovo campo sintetico e la pista d’atletica del Malerba, per i campi da tennis, tensostruttura e campo di via Roma siamo in attesa che venga formalizzata la situazione. I lavori, come detto, sono terminati e ci auguriamo siamo questione di giorni".
Chi sta giocando al Malerba in questi giorni? "La Pro Patria, il Centro giovanile calcio e la Mocchetti - replica Colombo - Abbiamo dato la massima disponibilità per far tornare lo sport di San Vittore". Come noto, in questi anni di stop, molte associazioni hanno dovuto trovare spazi e luoghi per allenamenti e partite in paesi vicini. Possibile un ritorno di tutte le associazioni negli impianti sportivi del loro paese? "La speranza è che si torni ad avere un centro vitale, in primis con gli atleti di Sa Vittore - afferma Colombo - Certo, occorre capire quanto tempo ci vorrà: sarà importante poi lavorare sul territorio e avere il supporto del Comune in tema di sostegno allo sport".
Colombo rende noto di avere le idee molto chiare: "La nostra prima gara per gli impianti sportivi l’abbiamo vinta dal 2016 e la voglia di fare è tantissima - annuncia il futuro gestore degli impianti sanvittoresi - Abbiamo tante idee, il desiderio di fare è strabiliante. Sul Malerba stiamo riallestendo il bar, abbiamo il progetto di 'relamping' dell’impianto ossia di sostituire l’intera illuminazione attuale sostituendola con tecnologia Led, vorremmo creare campi da Padel (nota: sport con la palla di derivazione tennistica dove coppie di atleti si sfidano su un campo rettangolare e chiuso sui quattro lati) e si dovrà anche ripensare alla zona dell’ingresso. Le idee sono quindi tante e non vediamo l’ora di attuarle. Certo, molti dei progetti che volevano fare anni fa ora vanno sistemati e vedremo come farlo".
E Colombo conclude: "Vogliamo avere un bel dialogo col Comune, occorre sedersi a un tavolo per progettare lo sport a San Vittore per i prossimi 10 anni. San Vittore è il paese della Cinque Mulini, la nota corsa campestre, che si spera possa tornare a partire e concludersi nello “stadio” ossia in via Roma: ma ci piacerebbe ospitare anche altre manifestazioni, altri momenti di socializzazione come centri estivi e tornei, così da creare un centro di forte aggregazione".