Riapertura pronto soccorso notturno, approvata la mozione

Voto unanime dopo il sopralluogo della commissione

Riapertura pronto soccorso notturno, approvata la mozione
Politica 22 Novembre 2017 ore 14:12

Riapertura pronto soccorso notturno, approvata la mozione della commissione sanità

Riapertura Ps: c'è la richiesta

Dopo il sopralluogo di lunedì scorso, la politica ha messo nero su bianco la richiesta all’assessore regionale per potenziare i servizi e le prestazioni attualmente erogate dall’ospedale di Abbiategrasso: riaprire il Pronto Soccorso nelle ore notturne e garantire la sicurezza dei pazienti con personale adeguato.

Il commento di Cecchetti (Lega)

"Sappiamo che non sarà facile garantire il presidio del Pronto Soccorso anche di notte, ma ci aspettiamo risposte forti perché i cittadini che abitano nell’abbiatense si meritano più servizi e più attenzione",  commenta il vicepresidente del Consiglio regionale Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) in merito all’approvazione all’unanimità di una mozione in commissione sanità che chiede alla giunta Maroni una serie di misure per potenziare il presidio ospedaliero di Abbiategrasso .

De Corato d'accordo

"Il pronto soccorso di Abbiategrasso va riaperto nelle ore notturne, è un presidio fondamentale per la sicurezza dei pazienti e uno strumento che va ad aggiungersi all'eccellenza dell'ospedale in questione. Per questo oggi in Commissione ho votato a favore della mozione 777 'Riapertura del pronto soccorso di Abbiategrasso dalle ore 20 alle ore 8'. Abbiamo riscontrato che le dotazioni strutturali non mancano e che ci sono tutte le premesse per riaprire il servizio come richiesto dai lombardi che abitano in zona. Ci sono pronto soccorso con problemi ben più grossi anche a Milano eppure restano aperti, quindi tanto più va tenuto attivo un servizio che serve un intero territorio. Anzi, devo ancora capire perché è stato chiuso, data l'eccellenza dell'ospedale e dato che i pazienti, in caso di emergenza, devono andare a Magenta, a 10 km di distanza. Manca un punto di riferimento fondamentale per il territorio e non possiamo permetterlo”,  dichiara Riccardo De Corato, capogruppo di Fdi in Regione Lombardia.