Politica

Regione Lombardia detta le linee per la Macroregione alpina

Dopo le presidenze di Slovenia, Baviera e Tirolo, quest'anno sarà la Lombardia a farsi carico della presidenza di Eusalp, strategia macroregionale europea per l'area alpina

Regione Lombardia detta le linee per la Macroregione alpina
Politica Rhodense, 27 Febbraio 2019 ore 10:59

Dopo le presidenze della Slovenia, della Baviera per la Germania e del Tirolo per l'Austria, nel 2019 sarà la  Lombardia a farsi carico della presidenza di Eusalp (EU Strategy for the Alpine Region), strategia macroregionale europea per l'area alpina, frutto di un accordo che il nostro Paese ha siglato nel 2013 con Francia, Germania, Austria, Slovenia, Svizzera e Liechtenstein.

Davanti alla stampa estera

La presentazione del programma per la presidenza di Regione Lombardia è avvenuta nella giornata di ieri, martedì 26 febbraio, nella sede dell'Associazione Stampa estera a Milano, alla presenza del presidente Attilio Fontana, dell'assessore all'ambiente ed al clima, con delega Eusalp, Raffaele Cattaneo e il presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti.

Le Alpi in Europa

"Eusalp mette insieme una serie di regioni che hanno omogeneità di territori,  esigenze, richieste e problematiche e penso possa essere utilizzato come esempio per l'Europa. L'Unione deve sempre più prendere in considerazione questo genere di iniziative che vengono dal basso e coinvolgere quei territori che hanno necessità comuni", ha dichiarato il presidente Fontana.  L'assessore alla partita Raffaele Cattaneo ha invece parlato delle Alpi come vero motore europeo. "Nel cuore dell'Europa c'è una Germania che è ancora più della Germania, la Macroregione delle Alpi. 22 regioni,  48 livelli di governo sub-nazionale,  80 milioni di persone. Le Alpi nel loro insieme hanno il Pil della Germania, sono il vero motore dell'Europa".  "Eusalp farà capire ai governi l'importanza delle infrastrutture", ha poi spiegato il presidente di Confindustria Bonometti, quando è tornato sulla necessità per l'Europa e l'Italia di dotarsi di grandi opere quali la Tav, il Grande Valico e gli aeroporti.

Il programma

Tra gli obiettivi in agenda per la presidenza della nostra Regione spicca quello della green economy, con la promozione di nuove opportunità di lavoro nei settori della green economy e delle tecnologie innovative, ma anche con particolare attenzione all'imprenditoria giovanile; la tutela per l'ambiente, con la promozione di tecnologie innovative per conciliare sviluppo economico e salvaguardia delle risorse naturali, anche affrontando inoltre temi per natura macroregionali come le qualità dell'aria; e l'impegno a ridurre il gap socio-economico tra aree rurali e urbane, promuovendo concretamente un'alleanza città-campagna  suggellata dalla collaborazione per l'innovazione e la salvaguardia ambientale che generi nuova impresa anche nelle aree interne, montane e remote proprio della macroregione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter