Progetto Comune: "Sbagliato far pagare gli spazi alle associazioni"

La lista civica contro la decisione della nuova giunta di Cerro Maggiore

Progetto Comune: "Sbagliato far pagare gli spazi alle associazioni"
Politica Legnano e Altomilanese, 20 Dicembre 2018 ore 09:52

"Progetto Comune": lista civica contro la decisione della giunta di Cerro Maggiore.

"Progetto Comune", la protesta

La lista civica guidata da Alex Airoldi torna alla carica. E punta il dito contro quanto deciso dalla nuova giunta comunale di Cerro Maggiore.  "Registriamo con grande dispiacere - spiega Airoldi di Progetto Comune - e ancor più elevato disappunto, la recente decisione della giunta di Nuccia Berra di far pagare alle associazioni locali gli spazi comunali utilizzati per eventi rivolti alla cittadinanza. E' certamente una sorta di rimborso non elevatissimo ma non ci trova d'accordo il principio: riteniamo, infatti, che con esso si mettano ancora più in difficoltà le associazioni, che già spesso, autotassandosi, danno vita a eventi per ravvivare il paese e, così facendo, rischiano ora di ridurre drasticamente i propri eventi. Dove è, ci chiediamo, il tanto decantato supporto alle associazioni? Dove è il dialogo e la ricchezza del confronto? Si chiede alle associazioni collaborazione, come è giusto che sia, a poi si agisce in modo da metterle di fatto in difficoltà".

La richiesta

"Non condividiamo tale scelta - prosegue Airoldi - e chiediamo che si torni alla situazione precedente, dove cioè gli spazi per iniziative rivolte alla cittadinanza organizzate dalle associazioni cerresi e cantalupesi erano gratuiti, proprio perchè si riconosceva l'utilità e l'offerta rivolte alla cittadinanza. Spiace che, in terra di Lombardia, patria del principio di sussidiarietà, proprio le forze che dovrebbero portarlo a bandiera, mettano invece in difficoltà le realtà associative locali che si impegnano per tutelare il nostro territorio, le nostre tradizioni, le nostre comunità. Così il paese diventerà sempre più un dormitorio, si uccide il volontariato".

TORNA ALL'HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE