Pisapia a Bollate in vista delle europee

Il capolista PD per le europee è intervenuto ad un comizio elettorale che ha avuto luogo nel Parco Martin Luther King

Pisapia a Bollate in vista delle europee
Politica Rhodense, 19 Maggio 2019 ore 01:38

Pisapia a Bollate in vista delle elezioni europee.

Aperitivo al parco Martin Luther King

Nella serata di ieri, sabato 18 maggio, Giuliano Pisapia ha preso parte ad un aperitivo organizzato dal circolo locale dei democratici e Sinistra Nuova per Bollate. Densa di appuntamenti l'agenda del candidato di centro sinistra, partito da Cernusco sul Naviglio, passato per Solaro, Corbetta, ma anche Arluno, Cormano ed infine Bresso.

Il sindaco di Bollate

A fare gli onori di casa in vista dell'appuntamento elettorale di domenica 26 maggio è stato il sindaco Francesco Vassallo, che ha colto l'occasione per parlare del modus operandi dell'azione amministrativa. "Lavoriamo  a fianco di Giuliano per portare in Europa il modo di fare ambrosiano, quello di lavorare senza troppe chiacchiere, così come lo sono i veri amministratori, coloro che non si perdono nelle discussioni, ma cercano di risolvere i problemi delle persone".

La cura dell'unità e l'Europa

A parlare è stato quindi l'ex sindaco di Milano, che ha spiegato la ricetta di rilancio per l'Unione Europea: "La cura dell'unità, quella che viene dal nuovo segretario Zingaretti, sta portando a una guarigione della sinistra. Ne sta curando i sintomi".  Pisapia ha poi spiegato il motivo della sua candidatura alle elezioni europee. "Ho accettato la proposta di candidarmi nelle liste del Pd, con cui ho lavorato. E' stato difficile mettere insieme la sinistra con il centro sinistra, ma ce l'abbiamo fatta. Abbiamo governato e bene. Anche sulla giustizia. Abbiamo creato le condizioni per una giustizia più celere. Quando però ci siamo divisi, la sinistra è morta. Se questa è la diagnosi, credo che siamo facendo passi avanti". Lo spaccato dell'Europa attuale ha trovato ancora spazio nelle parole di Pisapia.  "I sintomi di quest'Europa sono strani. L'Europa è luci e ombre, passi avanti e passi indietro, scelte coraggiose e rimandate indietro. Abbiamo una settimana per restituire verità all'Unione Europea. Non è semplice, ma i dati concreti servono a sbugiardare le fake news per formare un giudizio e non più un pregiudizio, come sta accadendo ora".