Menu
Cerca
La rabbia dei pendolari MiMoAl: "Regione ha preso in giro tutti"

Piano commerciale di Rfi: il raddoppio della Milano-Mortara non c’è

Niente raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara nel nuovo piano commerciale Rfi. La rabbia dei pendolari MiMoAl: "Regione Lombardia ha preso in giro tutti"

Piano commerciale di Rfi: il raddoppio della Milano-Mortara non c’è
Politica Magenta e Abbiategrasso, 02 Marzo 2021 ore 18:56

Niente raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara nel nuovo piano commerciale Rfi. La rabbia dei pendolari MiMoAl: “Regione Lombardia ha preso in giro tutti”

Piano commerciale di Rfi: il raddoppio della Milano-Mortara non c’è

“Ci hanno preso in giro tutti”: così il presidente dell’associazione di pendolari MiMoAl Franco Aggio commenta amaramente la pubblicazione del piano commerciale di Rfi. All’interno del quale non figura il raddoppio ferroviario della Albairate Mortara. L’indice è puntato in particolare contro Regione Lombardia: “Di certo non è colpa di Rfi perché l’ingegner Gentile aveva quasi pregato la Regione di inviare una formale richiesta per poter dare il via alla riprogettazione dell’opera”, commenta Aggio.

La nota dei pendolari: “La linea resterà una delle peggiori di tutta Italia”

La nota dell’associazione di pendolari prosegue: “Con molta amarezza vogliamo comunicare ai 20mila pendolari della linea Milano-Mortara-Alessandria che il raddoppio ferroviario Albairate-Mortara non verrà programmato, che i soldi per riprogettare l’opera non verranno spesi, che la linea rimarrà quella che è: una delle peggiori della Lombardia e di tutta Italia. Un anno fa, durante l’incontro che MiMoAl ha avuto con l’assessore ai trasporti Terzi, ci era stato promesso l’invio della lettera di richiesta a Rfi di inserire il raddoppio Albairate-Mortara nel piano commerciale. A ottobre 2020 abbiamo inviato centinaia di lettere a tutti i sindaci della linea, ai consiglieri comunali di Mortara, Parona, Vigevano, Abbiategrasso, a tutti i consiglieri regionali, di esprimere con una Delibera, la necessità di inserire il raddoppio ferroviario nel piano commerciale, entro il termine di scadenza previsto del 4 dicembre 2020”.

“Pendolari e amministratori? Sfigati che non contano niente”

Conclude la nota: “I consigli comunali hanno tutti deliberato a favore di questa opera e inviato la richiesta in Assessorato. Non sono i pendolari degli sfigati che non contano niente, che non hanno un peso politico, sono tutti gli amministratori della Lomellina che sono stati presi in giro! Insipienza? Un diverso disegno politico? Giudicate voi. Ma noi di certo non staremo a guardare”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli