Sedriano

Parcheggio in via delle Carrozze, l’ex sindaco scrive alla Soprintendenza

"Scelta assurda e inutile". Ma Cipriani replica: "Si preoccupa solo perché abita lì".

Parcheggio in via delle Carrozze, l’ex sindaco scrive alla Soprintendenza
Magenta e Abbiategrasso, 22 Agosto 2020 ore 08:23

«Una scelta assurda e inutile». L’ex sindaco di Sedriano Marco Re ha scritto alla Soprintendenza dei beni monumentali per metterla al corrente della decisione dell’Amministrazione comunale di realizzare un parcheggio in via delle Carrozze, in pieno centro storico.

Marco Re contro il parcheggio

«La via delle Carrozze è un tutt’uno con piazza del Seminatore: una zona pedonalizzata, che ritengo tra le più gradevoli da percorrere – ha spiegato Re – Questa scelta sembra dovuta alla volontà di recuperare i parcheggi che si tolgono nel primo tratto della via de Amicis. Ma il cliente dei negozi è portato a usare posti auto facilmente fruibili: non lo sarebbero quelli in via delle Carrozze sia perché presumibilmente l’accesso dovrebbe avvenire attraverso i portali settecenteschi, sia perché sarebbero difficili le manovre per uscire dal parcheggio. Ancor più complicate e, aggiungerei, pericolose, nel caso in cui si incrociassero veicoli che entrano con altri che escono. Ma sembra che anche questi aspetti non siano stati valutati».

La mail alla Soprintendenza

Re ha inviato una mail alle autorità comunali per metterle al corrente che i portali settecenteschi sono vincolati dalla Soprintendenza ai beni monumentali. Così anche una parte significativa della via delle Carrozze. Per cui occorre un parere preventivo favorevole della stessa Soprintendenza prima di cambiare la destinazione d’uso della via (da pedonale a parcheggio).  «Poiché ho poca fiducia nell’operato dell’Amministrazione comunale, ho inviato analoga segnalazione anche alla Soprintendenza», ha proseguito l’ex sindaco.

Il sindaco: “E’ preoccupato solo perché abita lì”

«Marco Re è preoccupato dei parcheggi in via delle Carrozze semplicemente perché lì ci abita lui, quindi ha un interesse personale. Se c’è una cosa che trovo ridicola, sono le persone che si sentono di parlare con la certezza di rappresentare il volere popolare, dimenticando che l’unica sede in cui i cittadini esprimono il loro gradimento o dissenso sull’operato svolto sono le elezioni».  Dura la replica del sindaco Angelo Cipriani alla mail inviatagli da Re. Il primo cittadino andrà avanti: «Con l’ok della Soprintendenza procederemo come ho già detto, del resto stiamo parlando di 5/6 posti auto e il parcheggio occuperebbe una piccola parte di via delle Carrozze, resterebbero ampi passaggi pedonali laterali protetti», ha aggiunto.

VAI ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia